Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 23 set – Il deputato Francesco Scoma lascia il gruppo di Italia Viva di Matteo Renzi e passa alla Lega. “Porte aperte a donne e uomini capaci e volenterosi, che condividono le battaglie di buonsenso della Lega al fianco dei siciliani e del resto degli italiani”, dice Matteo Salvini. “I prossimi mesi saranno impegnativi e ci vedranno in prima linea anche per difendere il diritto alla pensione contro chi sogna il ritorno alla Fornero, per bloccare nuove tasse e tagliare le bollette”, aggiunge. Scoma era da poco passato con i renziani dopo una lunga permanenza in Forza Italia. Dunque, il suo approdo alla Lega è un ritorno a casa nel centrodestra. Non ne sarà contento Berlusconi però, ancora alle prese con i consiglieri regionali lombardi transfughi sempre verso il Carroccio.



Scoma lascia Iv e passa alla Lega (ma prima di andare con i renziani stava in Forza Italia)

Scoma, palermitano classe 1961, come riferiscono fonti di via Bellerio è “l’ennesimo ingresso nel partito di Salvini che solo ieri ha accolto 200 nuovi amministratori locali tra cui due consiglieri regionali lombardi in uscita da Forza Italia (il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e Mauro Piazza)”. A Scoma, il “benvenuto” del coordinatore siciliano della Lega Nino Minardo, del capogruppo Riccardo Molinari e di Salvini. Scoma, eletto alla Camera con Forza Italia, nel maggio 2020 era passato a Italia Viva. Era stato un esponente storico di Forza Italia in Sicilia, mister preferenze eletto 5 volte in azzurro raccogliendo circa 90mila voti in totale. Quando passò con Renzi disse che si trattava di “un gruppo giovane ed innovativo dove la parola d’ordine è partecipazione. Cosa che in Forza Italia non c’è più”. E aveva lasciato Forza Italia in aperta polemica con il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè perché – disse – gestisce “il partito pro domo sua”.

Grandi manovre in Sicilia

Il passaggio di Scoma alla Lega è funzionale agli accordi in Sicilia. Come sottolinea il segretario regionale siciliano del Carroccio Minardo. “Nel dare il mio benvenuto all’onorevole Francesco Scoma nella Lega voglio rimarcare la linea del nostro partito di aprire le porte a donne e uomini capaci e volenterosi che condividano le nostre battaglie di buonsenso”, dice in una nota. “L’adesione di Francesco, a cui mi legano anche una profonda amicizia e l’avere condiviso parecchie iniziative politiche in passato, è l’ennesima riprova di come questa linea in Sicilia si stia rivelando assolutamente vincente“, aggiunge Minardo.

Rumors su altri cambi di casacca verso la Lega

Una decisione, quella di cambiare ancora casacca, che arriva dopo le frizioni anche con i renziani. Scoma infatti si era candidato a sindaco di Palermo, ricevendo però lo stop dai vertici di Italia viva. In merito all’annuncio d Salvini, secondo cui sono in arrivo nella Lega altri parlamentari, a sentire le indiscrezioni tra i papabili ci sarebbero il deputato friulano di FdI, Walter Rizzetto e il senatore azzurro Luigi Vitali, presidente del Consiglio di garanzia di Palazzo Madama, il ‘tribunale d’appello’ del Senato. Insomma, chi arriva e chi va, come l’europarlamentare Francesca Donato, che ha da poco lasciato la Lega “perché sostiene il governo Draghi”.

Adolfo Spezzaferro



La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta