Matteo RenziRoma, 22 apr – Invoca risposte concrete, azioni rapide, interventi risolutivi, ma cosa voglia fare proprio non si è capito. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è intervenuto alla Camera in vista del Consiglio Ue straordinario chiesto dall’Italia dopo il naufragio nel canale di Sicilia avvenuto domenica scorsa.

Come da copione, il premier ha attaccato i “populisti” e gli “sciacalli”: “È semplicistico dire ‘tutti a casa’ loro o ‘accogliamo tutti’, è semplicistico dire che la soluzione è a portata di mano. Credo, penso e spero che il Parlamento abbia la consapevolezza che si impone una strategia di respiro più ampio”.


Ha poi aggiunto: “Permettetemi un sorriso amaro: quando sento in tv ‘dobbiamo scoraggiare le partenze’, si sappia che non si fa con una dichiarazione nel talk show ma con l’alto commissariato dell’Onu in Sudan e Niger e evitando di inseguire la demagogia come sta facendo larga parte opposizione. C’è un limite allo sciacallaggio”.

E ancora, sulla stessa falsariga: “Non si affronta la questione degli sbarchi dalla Libia parlando alla pancia delle persone. L’idea che gli italiani votino sulla base della pancia come pensa qualcuno è profondamente offensiva nei confronti degli italiani, che sono persone razionali e capaci di decidere. E comunque non è un problema di elezioni. Va oltre, è un problema di dignità dell’uomo”.

Assodato che il problema dell’immigrazione è colpa delle opposizioni, non si capisce però quale sia la ricetta di Renzi. Il premier ha detto che c’è “necessità politica di dare una risposta che non sia solo una reazione emotiva alla strage”, ricordando che “o c’è la politica, come capacità di risposta complessa a un mondo articolato, o non si va da nessuna parte”.

Per il presidente del Consiglio, “combattere i trafficanti di uomini significa combattere gli schiavisti del ventunesimo secolo. Non è solo una questione di sicurezza o di terrorismo, ma di dignità umana. La storia ha già conosciuto un momento in cui si prendevano uomini e si infilavano nei barconi e ciò che sta avvenendo ora con la compravendita di uomini è esattamente una forma di moderno schiavismo”. D’accordo, Renzi, ma in concreto? In concreto, par di capire, Renzi chiederà che le richieste d’asilo siano gestite da un team europeo perché si tratta “di un patrimonio non soltanto di un paese, ma di tutti i 28 paesi”. Allora siamo a cavallo.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here