Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 ott – Strategia della tensione o della distorsione? Secondo Ignazio La Russa alcuni personaggi protagonisti dell’assalto alla sede della Cgil sono sicuramente funzionali e creano un danno soprattutto alla destra. “Sono stati molto funzionali a chi vuol creare uno stato di tensione e tentare di danneggiare la destra”, afferma l’esponente di Fratelli d’Italia in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.



La Russa: “Volontà di lasciarli fare e poi gridare al lupo?”

“Io ho visto, in mezzo a tanti che volevano solo manifestare, gli stessi che due settimane fa avevano disturbato il comizio della Meloni a Milano, cercando l’incidente. Gente che si muoveva senza controllo o divieti, che ha gridato slogan contro di noi e lasciata entrare in piazza Duomo nonostante Giorgia avesse avvertito Lamorgese del rischio”, dice ancora La Russa. Di conseguenza, a suo avviso, quanto accaduto sabato scorso non è altro che “la conferma che non si vuole davvero impedire che certe manifestazioni trascendano… Come se ci fosse la precisa volontà di lasciarli fare per poi gridare ‘al lupo!’”. D’altronde “tra chi ha attaccato la Cgil c’era gente che aveva divieto di partecipare a manifestazioni”. Quindi, si chiede il senatore di FdI, “perché non li hanno fermati?”.

“Mozione Pd strumentale, solo propaganda”

La Russa boccia poi la richiesta del Pd, volta a sciogliere tutti i movimenti che si ispirano in qualche modo al fascismo. E’ una “mozione strumentale, inserita in quello che sta accadendo negli ultimi giorni”, fa notare lo storico politico di destra. “A che serve una mozione? Non è il Parlamento che deve decidere sull’eventuale scioglimento di un partito, decisione estrema, ma il governo. E non l’ha fatto finora, né questo né quelli precedenti: come mai? Delle due l’una: non avevano le motivazioni per scioglierli o hanno preferito tenerli lì, magari come strumenti utili per la strategia della tensione?”, si chiede ancora La Russa. Infine la precisazione: “Io non dico che ci fossero accordi preventivi per far scoppiare incidenti, da una parte o dall’altra, ma la situazione era chiara e il rischio di scontri evidente. Però il governo non ha fatto nulla. E il Pd ora fa propaganda”.

Alessandro Della Guglia

 



La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Dal nostro ignazzzio mi sarei aspettato un’analisi meno grossolana: fa di tutta l’erba… un fascio (se si può dire questa parola): un conto è FN, un altro CPI e le eventuali responsabilità penali sono individuali… Non tutti stiamo lì, come “strumenti utili per la strategia della tensione”… Ci siamo già passati!

  2. Nel campo della funzionalità I.La Russa deve essere senz’ altro diventato un maestro… Non come ai tempi dei Servello, dei Muggiani, durante i quali venivano scaricate inconsapevolmente (?!) beghe funzionali ad essere mine vaganti per i giovani attivisti ingenui, disinteressati e critici.

Commenta