Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 mar – Enrico Letta, segretario del Partito Democratico, ospite ieri a Otto e mezzo di Lilli Gruber spiega: “Vedrò il leader d’Italia viva e parleremo di che tipo di futuro costruire per la Sinistra. Se andiamo soli, noi regaliamo l’Italia a Salvini e Meloni. Per questo dobbiamo fare una coalizione con chi ci è più vicino, e con i 5 Stelle in questa fase abbiamo governato bene”. E sui candidati sindaci per le primarie di Roma dice: “Penso che faremo le primarie. Ci sono diversi candidati, tra cui Gualtieri del Pd. Ma è vero che su Roma il nostro giudizio sul sindaco uscente non è lo stesso di quello dei 5 Stelle“.



Letta, Renzi e la coalizione anti-Salvini e Meloni

Enrico Letta annuncia che, dopo Giuseppe Conte e Roberto Speranza, sceglie di parlare con le Sardine. Matteo Renzi? Non pervenuto.  “Non ci sono stati contatti per il momento tra Letta e Renzi. Il segretario del Pd ha evitato di chiamare il leader di IV che però fa sapere di non avere alcun problema sulla questione”, fanno sapere i portavoce di Italia Viva ala stampa. Letta ha spiegato alla Gruber: “Incontrerò Renzi e parleremo di che tipo di futuro costruire per la Sinistra. Non è l’ultimo, devo fare ancora diversi incontri”. E ribadisce: “Noi vogliamo costruire un’alleanza di centrosinistra con i 5 Stelle. Quello che ho chiaro è che la Destra fa il gioco di fare l’opposizione con la Meloni e di stare al governo con la Lega. E la svolta europeista di Salvini, fatta con Giorgetti davanti a un caffè, è da mettere alla prova”.

Black Brain

Letta e il “saudita” di Italia Viva

Ma la Gruber mette alle strette il segretario del Pd, chiedendogli un’opinione sulle polemiche che hanno coinvolto Renzi e i suoi rapporti rapporti col principe saudita Mohammed bin Salman. Letta dice: “C’è un vuoto normativo su temi relativi a incontri e impegni con i regimi autoritari. Noi abbiamo una posizione diversa rispetto all’Arabia Saudita, siamo vicini alla posizione dell’America di Biden”.

Roma, la Raggi è una “pietra d’inciampo”

Riguardo al sodalizio con il Movimento 5 Stelle, Letta spiega che “nei prossimi giorni apriremo il dossier di Roma, penso che faremo le primarie. Ci sono diversi candidati, tra cui Gualtieri del Pd. Ma è vero che su Roma il nostro giudizio sul sindaco uscente non è lo stesso di quello dei 5 Stelle, e rischia di essere una pietra di inciampo. So di giocarmi l’osso del collo su questa partita, ma ce ne sono anche altre importanti”.  “Se andiamo soli, noi regaliamo l’Italia a Salvini e Meloni” continua Letta “Per questo dobbiamo fare una coalizione con chi ci è più vicino, e con i 5 Stelle in questa fase abbiamo governato bene. Dobbiamo fare un’alleanza tra partiti che si rispettano, ma con l’ambizione di essere la leadership di questa alleanza. Poi individueremo la modalità per decidere il candidato premier, e dipende anche da legge elettorale”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta