Roma, 15 giu – Sarebbero 800mila i nuovi italiani se lo Ius Soli entrasse in vigore. I numeri arrivano da uno studio della Fondazione Moressa, riportato da Repubblica. Dallo studio emerge anche che ogni anno sarebbero circa 60mila i nuovi italiani. Secondo la Fondazione Moressa i nati stranieri negli ultimi 17 anni in Italia sono 976mila. Il 65% delle loro madri vive qui da più di cinque anni: con l’approvazione della legge sullo ius soli sarebbero 634.592 i ragazzi che potrebbero chiedere la nuova cittadinanza. Un numero già alto, che però aumenta se si aggiungono i 166.008 studenti nati all’estero, che hanno già completato 5 anni di scuola in Italia. In tutto, la somma fa 800mila.

Tenendo conto dei parametri previsti dall’introduzione dello Ius Soli e dello Isu Culturae, inoltre, ogni anno verrebbero naturalizzati circa 60mila nuovi italiani ogni anno. In un Paese dove a fare figli sono praticamente solo gli immigrati, non ci vuole molto a capire che presto gli italiani veri non ci saranno più. Anche i dati Istat di cui abbiamo già riferito parlano di cifre analoghe: al primo gennaio 2016 i minori stranieri in Italia sono circa un milione, cioè più di un quinto del totale degli immigrati.

Numeri che fanno quasi paura, se si considera l’aumento delle acquisizioni della cittadinanza negli ultimi anni. In cinque anni è più che triplicato il numero di cittadini non comunitari diventati italiani. Erano meno di 50 mila nel 2011, quasi 159 mila nel 2015 e oltre 200 mila nel 2016. Numeri in forse rialzo anche per i figli di immigrati che una volta maggiorenni scelgono di chiedere la cittadinanza: siamo passati dai 10 mila casi del 2011 ai 66 mila del 2016. E nonostante in Italia ancora lo Ius Soli non ci sia, L’Ufficio Statistico dell’Unione Europea afferma che l’Italia è il primo Paese europeo per numero di cittadinanze concesse. Con lo Ius Soli la tendenza non può che peggiorare.

 

Commenti

commenti

1 commento

  1. Chi conosce la ”ideologia religiosa ebraica” sa che per il credente l’unica vera patria è Israele.Bene, queste sono le leggi Israeliane concernenti ” migranti ” e la cittadinanza Israeliana..In pratica se non si è ebreo non passi….Ma i radical chic ebrei lo dimenticano quando si tratta della ciadinanza Italiana…e nessuno definisce gli israeliani ‘razzisti”!!

    http://www.aliyah.it/vivere-e-lavorare-in-israele-senza-essere-ebrei.html

    https://it.m.wikipedia.org/wiki/Israele?_e_pi_=7%2CPAGE_ID10%2C3466083119

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here