Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lucca, 26 marzo – Si può respingere una mozione in cui si chiede l’intitolazione di una via a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino? E si può, al contempo e come se non bastasse, negare l’intitolazione di un ponte a Giuseppe Ungaretti? A rigor di logica no, parrebbe impensabile e ingiustificabile, eppure a Lucca è accaduto.

Lucca, negate intitolazioni a Falcone e Borsellino. Barsanti: “Indecoroso”

“Una pagina indecorosa per il nostro Consiglio comunale. Mi vergogno per la maggioranza”. Tuona Fabio Barsanti, consigliere comunale di Difendere Lucca, commentando la seduta di ieri sera dove il centrosinistra ha respinto entrambe le mozioni da lui presentate. Una di queste proponeva l’intitolazione di una via ai giudici antimafia. L’altra di intitolare il nuovo ponte sul Serchio al grande poeta ermetico.

“Mi vergogno per la maggioranza di sinistra”

“Ieri sera mi sono vergognato per la maggioranza – afferma Fabio Barsanti – perché arrivare a respingere una mozione per intitolare a Falcone e Borsellino una via o uno spazio pubblico ritengo sia stato uno dei momenti più bassi della storia di questo consiglio. Le motivazioni utilizzate dalla sinistra sono state a dir poco ipocrite e imbarazzanti, se non addirittura prive di fondamento. Un’arrampicata sugli specchi indecorosa pur di non votare un’iniziativa del sottoscritto che voleva colmare una grave lacuna di questi trent’anni, e rendere, in tempo per l’anniversario delle stragi nel 2022, un doveroso omaggio a due giudici che hanno dato la vita per la lotta alla mafia”.

“Sentir scandire tutti quei voti contrari durante la votazione – prosegue il consigliere comunale lucchese – ha rappresentato non solo un’offesa nei confronti di due uomini esemplari, ma anche nei confronti degli italiani che si riconoscono e che tanto devono ai due giudici inventori del ‘pool anti-mafia’. Mi sarei aspettato una discussione minima e un voto unanime di tutto il consiglio, invece devo registrare che solo l’opposizione, stavolta compatta, ha reso omaggio a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”.

Leggi anche: Giovanni Falcone, Leoluca Orlando e la sinistra smemorata

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Spesso, quasi sempre, accade così, pur di non dar ragione al prossimo si martellano i c……i. Solo su questo disastro vero che ci circonda ci sarebbe da scrivere non poco.

  2. Basterebbe guardare al sindaco Cascio palermitano, oppure ai mafiosi scarcerati dai compari 5stalle, per capire cos’è la “sinistra”veramente.

Commenta