Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 set – “Meloni o Salvini premier? Non scherziamo“: parola di Silvio Berlusconi che scuote come un terremoto il centrodestra con una intervista alla Stampa nel giorno del suo 85esimo compleanno. “Mancano i leader, l’ultimo rimasto è Putin, sono pronto a tornare in campo“. Il presidente di Forza Italia sta solo aspettando l’ok dei medici per ripartire alla grande. Con buona pace dei suoi alleati.



Berlusconi: “Meloni o Salvini premier? Ma dai, non scherziamo”

“Forse già da lunedì prossimo i medici mi daranno via libera per tornare a Roma, dove voglio riprendere subito a lavorare, per rilanciare Forza Italia e per unire il centrodestra”. E’ l’annuncio di Berlusconi. “E’ chiaro – aggiunge – che abbiamo problemi, ma proprio per questo voglio tornare in campo al più presto. Anche in questo caso mancano i leader. Siamo sinceri: ma se Draghi va a fare il presidente della Repubblica poi a chi dà l’incarico di fare il nuovo governo? A Salvini? Alla Meloni? Ma dai, non scherziamo“. Una bordata che scuote il centrodestra e i due diretti interessati, il leader della Lega e la leader di Fratelli d’Italia. Il ragionamento dell’ex premier però si basa su un dato politico ineluttabile: i voti di FI sono necessari per eleggere il prossimo presidente della Repubblica. E se andasse in porto l’operazione Draghi al Colle, il nome del prossimo presidente del Consiglio dovrà essere gradito a tutti, Berlusconi compreso.

“Morisi? Danno per Salvini e per la Lega ma il caso politico non esiste”

Il leader di Forza Italia interviene anche sul caso Morisi, l’ex responsabile della comunicazione sociale di Salvini indagato per cessione di droga. “Questa vicenda è un danno per Salvini e per la Lega. Quando c’è di mezzo la droga, poi, ci si fa sempre del male. Però se andiamo a vedere bene, alla fine il caso politico non esiste. Stiamo sempre a parlare di lesbiche e di omosessuali. In fondo Morisi che ha fatto? Aveva solo il difetto di essere gay“. Berlusconi dunque taglia corto. Ma la tempesta mediatica contro il Carroccio ormai è in atto, a pochissimi giorni dal voto delle amministrative.

“Mi ha chiamato Putin per farmi gli auguri, gli ho detto: ‘Vladi, ormai nel mondo sei rimasto l’unico vero leader'”

Il più volte presidente del Consiglio poi torna sulla carenza di leader. “Mi ha telefonato l’amico Putin per farmi gli auguri, e gli ho detto esattamente questo: ‘Vladi, non te lo dico per piaggeria, perché mi conosci e sai che sono sempre sincero, ma ormai nel mondo l’unico vero grande leader rimasto sei solo tu‘. Si è fatto una risata, ma la mia non è una battuta, è la semplice verità”. Berlusconi è convinto che “non è solo il centrodestra che è in difficoltà, è tutta la politica italiana che è in confusione totale“. “Anzi – fa presente – lo è tutta la politica internazionale. Guardi quello che sta succedendo in Europa, guardi quello che sta succedendo soprattutto in Germania, dove di fatto non ha vinto nessuno e Scholz pretende di formare il suo nuovo governo. Ma io lo conosco bene il signor Scholz, e le assicuro che è un politico modesto – dice all’intervistatore -. Troppo modesto per guidare un grande Paese come la Germania, che esce dai sedici anni di Angela Merkel”.

Inutile dire che Berlusconi, lui sì che invece si sente ancora insostituibile e necessario per il centrodestra e per la politica italiana. Staremo a vedere le prossime mosse. Certo è che per il suo compleanno si è regalato un’intervista che mette in difficoltà i suoi alleati.

Adolfo Spezzaferro



La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. “Meloni o Salvini premier? Non scherziamo“ … LUI .., cioè quello che una volta era Silvietto ci deve andà. UTOPIA; a meno che non ce lo mettano a titolo di palliativo compassionevole …
    Silvioooo !!! Metti la testa a posto, quel posto è di Meloni; Meloni ci vogliamo; e speriamo solo che quando sarà seduta nella poltrona ex Monti, ex ex ex … Draghi, si faccia un pò più dura perché così come è oggi deve ancora farsi le ossa e per farsele bene ne deve rompere tante a qualcuno.

  2. Silvio, facci un favore.

    Se ti sei trovato bene nella RSA in cui ti hanno condannato ad andare ad allietare gli ospiti memori dei tuoi trascorsi come intrattenitore sulle navi da crociera…

    Vacci da ospite in quella RSA che la politica ha bisogno di altro, di clown ce ne sono già troppi.

    Serve gente veramente con le palle e che non racconti balle
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2015/09/19/palle-non-balle/

    Al solito con osservanza ed ex art. 21 Costituzione

  3. Il problema è che non si capisce se anche Lei c’è o ci fa.

    Sto cercando di capirlo, spero che qualcuno che la conosce bene a cui ho chiesto aiuto mi illumini perché io ho realmente una faccia sola perché non ho intenzione di sprecare voti per sovranisti di facciata come credo non lo voglia anche un altro 53% degli italiani
    https://cise.luiss.it/cise/2020/05/04/italiani-spaccati-sulleuropa-ma-non-e-solo-una-questione-di-destra-vs-sinistra/

Commenta