Il Primato Nazionale mensile in edicola

immigratiMilano, 27 gen – A Milano, l’emergenza immigrazione, va avanti a suon di bandi. Qualche settimana fa era stato il Comune a pubblicarne uno dove si chiedeva ai milanesi di ospitare in casa propria dei richiedenti asilo in cambio di 350 euro. Bando che si è concluso con l’adesione di soli 40 cittadini: un flop. Adesso invece è la volta della Prefettura di Milano che ha pubblicato un bando per l’accoglienza di altri 4.500 immigrati che dovrebbero giungere nel capoluogo lombardo nei prossimi giorni.



Già prima della fine del 2015 il Ministero dell’Interno aveva aumentato del 20% la quota spettante a Milano e provincia. Il bando, che scadrà il prossimo 24 febbraio, va proprio in questa direzione che altro non fa che aumentare il disagio di una città già ampiamente in emergenza sul fronte immigrazione. Ma come di consueto saranno le associazioni, le fondazioni, gli enti confessionali e le strutture alberghiere dotate di operatori di comprovata esperienza in ambito Sprar o in progetti di accoglienza destinati ai richiedenti asilo, ad incassare meriti e quattrini. Nel bando, che verrà vinto da chi farà l’offerta più vantaggiosa, si garantiscono i 35 euro massimi giornalieri per ogni immigrato ospitato anche a fronte di pasti “di prima qualità rispettosi delle regole alimentari dettate dalle diverse scelte religiose”. Ma non solo, “la struttura di accoglienza dovrà fornire tutti i generi di prima necessità e un pocket money di 2,50 euro al giorno (che salgono a 7,50 euro per i nuclei familiari), sotto forma di buoni o carte prepagate da utilizzare a seconda delle necessità (biglietti per il trasporto pubblico, quotidiani, snack, sigarette, etc.)”.

Black Brain
12274775_1652236038352697_3330500827163138443_n
Angela De Rosa,

Si continua con la politica della spartizione dei favori agli amici degli amici che si arricchiscono grazie ad una politica dissennata in fatto di immigrazione” ha dichiarato Angela De Rosa, responsabile regionale di Sovranità, che ha poi proseguito: “La sinistra al governo, sia in città che a livello nazionale, sottovaluta i futuri costi sociali dell’accoglienza indiscriminata e non aiuta i nostri anziani con pensioni da fame, i nostri disoccupati e i cittadini italiani in grave emergenza abitativa“. La De Rosa si è poi riservata di chiedere nei prossimi giorni un incontro con il prefetto al fine di chiedere delucidazioni su quest’ennesima farsa che si sta consumando sulla pelle dei cittadini italiani.

Giuseppe Maneggio

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

Commenta