Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 gen – Teresa Bellanova è sempre pronta a dimettersi dal governo, come ? “Assolutamente sì e non è tutto risolvibile con il Recovery”. Così il ministro delle Politiche Agricole, intervenuto a SkyTg24, lancia un nuovo ultimatum a Conte. “A luglio anche gli altri partiti” che compongono la maggioranza, hanno chiesto “un approfondimento programmatico, Conte si era impegnato, entro novembre, per un nuovo programma di governo, ad oggi non abbiamo né l’uno ne l’altro”. In ogni caso “se Conte non vuole discutere con noi o se è vero quello che dice il suo portavoce a leggere oggi i giornali, ovvero che è pronta ad asfaltarci in Aula, allora esiste una maggioranza nella maggioranza e ne prendiamo atto“, dice Bellanova.

Prosegue dunque il braccio di ferro tra Italia Viva e premier, con gli esponenti renziani che continuano a incalzare l’esecutivo – di cui fanno parte – senza però affondare il colpo. Prova ne è che Bellanova ventila la proprie dimissioni da circa un mese. Siamo insomma di fronte a un evidente stallo, che potrebbe forse risolversi nei prossimi giorni. Ma come? Iv aprirà una crisi di governo oppure no? Bellanova continua a punzecchiare senza però fornire risposte chiare all’interrogativo che, inevitabilmente, tutti si pongono in questo momento.

Bellanova: “Io sono stufa”

Secondo il ministro renziano la domanda da porsi è in realtà un’altra: “Arrivano o no le proposte del governo? Quello che è arrivato finora non ci andava bene. Ci è stato detto che creavamo problemi, ma all’11 di gennaio il Recovery non ci è ancora stato consegnato. Non l’hanno voluto scrivere con noi, noi gli abbiamo scritto le nostre proposte, abbiamo fatto un passaggio, ora capiremo se sono state accettate. Ora – tuona Bellanova – vediamo gli appelli a fare presto e a non perdere tempo, ma io sono stufa… a fare presto su che cosa? Non si capisce. Poi il ministro di Italia Viva precisa che il suo partito non ha intenzione di bloccare il “Recovery, ma non possiamo dire come voteremo perché non abbiamo ancora il testo e questo, me lo lasci dire, è anche un problema di democrazia”.
Ma sull’eventuale rimpasto, alias ipotesi Conte ter, come la pensa davvero Italia Viva?

Stamani, intervistato dal Rtl 102.5, Matteo Renzi ha affermato che a lui “il cambio di Governo interessa zero. Il problema non è come si cambia il Governo, ma come si affronta questa pandemia. Io sono antipatico, non guardate me, ma guardiamo la sostanza”. E ancora: “Non ci frega nulla delle poltrone, ma non si buttino via i soldi che non torneranno mai più. O li spendiamo bene o spendeteli senza di noi. Io voglio avere la coscienza a posto”, ha detto l’ex premier.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta