Il Primato Nazionale mensile in edicola

sovranitàromaRoma, 28 feb – In migliaia stanno raggiungendo Piazza del Popolo per la manifestazione romana della Lega che avrà inizio alle ore 15:00. Un evento che nonostante le minacce dei centri sociali e della sinistra radicale non sembra aver fermato affatto coloro che da settimane aspettavano di giungere a Roma da tutta Italia per mandare “Renzi a casa”.

 

AGGIORNAMENTO, ore 14:40: In arrivo a Piazza del Popolo centinaia di pullman da tutta Italia, una cinquantina di Sovranità, il progetto politico promosso tra gli altri da CasaPound. Oltre 300 quelli attesi della Lega.

 

basta euro

 AGGIORNAMENTO, ore 15:00: Arrivati i primi pullman da fuori Roma della Lega, Sovranità in piazza con centinaia di tricolori, numerosi gli striscioni per i Marò: “riprendiamoci i nostri soldati”. Campeggio al centro della Piazza un megastriscione: “basta Euro, basta immigrazione. Riprendiamoci l’Italia!”

 

 

 

 

salviniroma AGGIORNAMENTO, ore 15:20: arriva Salvini a Piazza del Popolo tra le bandiere della Lega e di Noi con Salvini.  Continua il flusso di gente diretto alla manifestazione.

 

 

 

 

 

salviniroma2

AGGIORNAMENTO ore 16:05: Dal palco della manifestazione parlano a turno i rappresentanti delle varie categorie di lavoratori, dagli agricoltori ai pescatori. Spazio anche ai portavoce degli esodati. In attesa del suo intervento, Salvini scrive su facebook: “Parola agli esodati! Fanculo la Legge Fornero”.

 

 

 

 

 

simoneAGGIORNAMENTO ore 16:10: interviene Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia: “Basta euro, basta immigrazione: in un’Italia dove i bambini muoiono di malasanità non c’è posto per nessun altro. Prima gli italiani, nel lavoro, nelle graduatorie per la casa e per gli asili nido, prima gli italiani in tutto. Sosteniamo con forza Matteo Salvini. Oggi nasce un grande progetto politico che contro Renzi grida ‘Prima gli italiani’ e sono sicuro che presto arriveremo alla vittoria.”

 

 

 

 

AGGIORNAMENTO ore 16:18: Interviene Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia: “Chi se ne frega di Bruxelles. Chi se ne frega del figlio segreto di Wanna Marchi tale Matteo Renzi. Fare fronte comune contro le politiche di questo governo. In palio c’è la nostra libertà e la nostra sopravvivenza.”

 

 

 

 

 

Diretta live da Piazza del Popolo

1 commento

Commenta