Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 2 ago – Lattacco hacker contro il Centro elaborazione dati della Regione Lazio e che ha disattivato anche il portale Salute, è oggetto di (amara) ironia da parte di Vittorio Sgarbi.



Sgarbi: “Due milioni di euro per la digitalizzazione…”

Vittorio Sgarbi, su Twitter, fa amara ironia sull’attacco hacker ricevuto dal portale della Regione Lazio che, di fatto, ha messo in pericolo i dati degli utenti nonché ha impedito a migliaia di cittadini di prenotare il proprio appuntamento per il vaccino, proprio ora che manca poco all’entrata in vigore del Green pass obbligatorio. “Solo tre settimane fa la Regione Lazio ci informava di avere stanziato 2,2 milioni di euro per la digitalizzazione dei piccoli comuni” commenta lo storico dell’arte su Twitter “pensa un po’: con altri 100 euro avrebbero potuto acquistare anche l’antivirus…

Black Brain

E c’è chi chiede di rimandare il Green pass

Nel frattempo, proprio in virtù del prossimo cambiamento delle carte in tavola sul tema Green pass c’è chi, come Fabio Capolei (consigliere Regionale del Lazio di Forza Italia), chiede di posticipare l’entrata in vigore dell’obbligatorietà per il Green pass nel Lazio dopo il gravissimo attacco: “Zingaretti valuti la possibilità di posticipare di trenta giorni i termini per l’entrata in vigore dell’obbligatorietà del green pass” scrive Capolei in una nota “Sappiamo che si tratta di questione normata a livello nazionale, ma riteniamo doveroso prendere un provvedimento straordinario vista la situazione straordinaria che ha coinvolto la nostra regione nelle ultime ore”. Che, peraltro, al momento ancora non si è risolta. Forse Sgarbi ha un tecnico del pc da consigliare a Zingaretti …

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta