Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 set – “Su di me potrai contare sempre“: così Matteo Salvini postando sui social una foto con Luca Morisi, indagato per presunta cessione di droga. Subito dopo la nota di scuse dell’ex capo della “Bestia” social del leader della Lega, è proprio il “Capitano” a esprimere totale vicinanza con Morisi.



Morisi indagato, il post di Salvini: “Amicizia e lealtà per me sono la Vita”

“Quando un amico sbaglia e commette un errore che non ti aspetti, e Luca ha fatto male a se stesso più che ad altri, prima ti arrabbi con lui, e di brutto. Ma poi gli allunghi la mano, per aiutarlo a rialzarsi. Amicizia e lealtà per me sono la Vita“. Così in un post su Facebook Salvini, dopo la notizia secondo cui Morisi sarebbe indagato dalla Procura di Verona per cessione di stupefacenti. “In questa foto – aggiunge il leader del Carroccio – avevamo qualche anno e qualche chilo in meno, voglio rivederti presto con quel sorriso. Ti voglio bene amico mio, su di me potrai contare. Sempre“.

Il messaggio di scuse dell’ex capo della “Bestia” social del leader della Lega

Nel suo messaggio di scuse, Morisi, ideatore della macchina social che tanto successo ha dato al leader della Lega, ha negato di aver commesso alcun reato, riconoscendo però che la vicenda “rappresenta una grave caduta come uomo“. Una brutta storia che arriva “in un momento molto doloroso della mia vita”. E che “rivela fragilità esistenziali irrisolte a cui ho la necessità di dedicare tutto il tempo possibile nel prossimo futuro, contando sul sostegno e sull’affetto delle persone che mi sono più vicine”. Così l’ex responsabile della comunicazione del segretario leghista. Sostegno e affetto che Salvini ribadisce di non volergli far mancare neanche ora, che la vicenda impatta inevitabilmente sulla fine della campagna elettorale per le amministrative.

Adolfo Spezzaferro



La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. “Ha fatto male a se stesso più che ad altri” ?! Salvini, questa è la logica che ci ha impestato tutti, spero che il soggetto tuo amico sia una eccezione ma non ci credo perché anche se non cedi droga ma ne fai solo uso cagioni danno, più o meno rilevante, al prossimo, spesso inconsapevole, che frequenti in stato alterato!!
    A questo punto vorrei ricordare:
    – è da decenni che circola droga in crescendo continuo tra la popolazione
    – è da decenni che soprattutto i maggiori crimini sono sostenuti dalla droga!!
    – è da decenni che chi si droga nasconde di drogarsi
    – è da decenni che chi si droga spaccia e viceversa
    – è da decenni che per colpa della droga nessuno ha più fiducia nel prossimo e vige il controllo massivo!!
    – è da decenni che non si fa alcuna cultura alternativa!!
    – è da decenni che uno spacciatore non è considerato un infame
    – è da decenni che si suggerisce la droga come contrapposto male minore
    – è da decenni che la droga blocca lo sviluppo generazionale
    – è da decenni che si parla di droghe leggere, controllate, ascientificamente contrapposte alle pesanti
    – è da decenni che si fa finta di riuscire a vivere ancora in mezzo a questo disastro comunitario di tossicità!
    Fuori le soluzioni…, non chiacchiere di convenienza.

Commenta