Il Primato Nazionale mensile in edicola

Napoli, 23 ott. – “Comunicherò al governo non solo la mia richiesta di lockdown per tutta l’Italia, su cui deciderà il governo, ma per quello che riguarda la Campania procederemo in direzione della chiusura di tutto“: queste le parole di Vincenzo De Luca, presidente della Regione. L’annuncio del nuovo lockdown per la regione Campania ariva in diretta su Facebook.

De Luca: “Chiusure come a marzo”

“Avevamo immaginato, con l’ordinanza che entra in vigore oggi, di introdurre una misura parziale, ma per i dati che abbiamo non basta più. Dobbiamo decidere di chiudere tutto”, continua il governatore campano. Egli sostiene che in Campania “faremo quello che riteniamo più giusto. Chiuderemo tutto, secondo lo schema già conosciuto ad aprile e marzo: chiusura di tutto, tranne le attività essenziali, e stop alla mobilità interregionale e fra comuni. Cioè quello che abbiamo fatto a marzo”. “Dobbiamo chiudere per un mese, 40 giorni e poi si vedrà, ma senza soluzioni drastiche non possiamo reggere”, sostiene De Luca.

“Siamo ancora in tempo per evitare tragedia”

“Siamo ancora in tempo, oggi abbiamo una situazione pesante ma non siamo alla tragedia, però siamo a un passo dalla tragedia. Detto in maniera brutalmente chiara, io non voglio trovarmi di fronte qui da noi ai camion militari che portano centinaia di bare di persone decedute“, dice ancora De Luca. Il presidente campano dimostra dunque di non recepire i vari input del governo, come quello del ministro dell’Istruzione Azzolina che gli aveva ingiunto di riaprire le scuole campane: “Non siamo garantiti da nessuno che questo non avvenga, se non dalla nostra responsabilità, dalla correttezza dei nostri comportamenti e anche dalle decisioni che prendiamo da subito, altrimenti quelle immagini che abbiamo visto qualche mese fa sono destinate a riprodursi e ad entrare nella nostra vita in maniera drammatica”, continua De Luca. “Oggi abbiamo 2.280 positivi su 15.800 tamponi, cioè il 14,5% di contagi sui tamponi rispetto al 12,8% di ieri”, continua il governatore campano, noto “sceriffo” del Covid.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

10 Commenti

  1. Ma questo e’ da TSO !!!!! Mi dispiace per i Campani che non lo hanno votato ma mi fa piacere per quelli che invece lo hanno votato e ora sono li che lo maledicono

Commenta