Milano, 18 gen – È stata presentata oggi a Milano la candidatura di CasaPound per le elezioni Regionali in Lombardia. A correre sarà Angela De Rosa. Già portavoce della sezione milanese del movimento, classe 1973, Angela De Rosa è impegnata in politica fin dai tempi del liceo. La sua esperienza professionale nelle segretarie politiche di diversi assessorati regionali è il valore aggiunto su cui la tartaruga frecciata punta nella corsa al Pirellone.

CasaPound, con Angela De Rosa, ha già fatto sapere che correrà da sola, senza apparentamenti con la vecchia politica. “Non vogliamo delegare a nessuno la difesa dell’Italia e degli italiani” ha dichiarato De Rosa, che ha anche aggiunto come l’obiettivo di CasaPound sia quello di far tornare la Lombardia a essere la regione trainante per tutta l’Italia.

Lo straordinario successo della raccolta di firme per la presentazione delle liste, nello scorso fine settimana, ha dato una muova linfa a CasaPound che questa mattina ha presentato alla stampa la sua candidata per la Regione Lombardia. Il che dimostra ai militanti di CasaPound che anche questa regione ha bisogno di loro, perché CasaPound è diventata l’unica speranza per il riscatto dell’Italia e della Lombardia.

La Lombardia, infatti, negli ultimi anni ha visto decadere il suo prestigio a livello nazionale. “Gli altri schieramenti hanno governato e hanno fallito. Gli ultimi 5 anni di regione Lombardia sono stati i più piatti, per questo serve un’inversione di tendenza” ha proseguito la candidata che ha anche spiegato come nonostante la presidenza sia stata in mano leghista la Lombardia sia diventata il centro di accoglienza più grande d’Europa. “Noi diciamo prima gli italiani, perché è evidente che a livello regionale e nazionale c’è una discriminazione degli italiani, un razzismo al contrario che non è più tollerabile”.

Emergenza abitativa, protezione civile, servizi sociali, istruzione, sono solo alcuni degli ambiti dove CasaPound vuole intervenire per risolvere le problematiche che rendono sempre più difficile la vita degli italiani, affinché la Regione torni ad assumere quel ruolo di regia nel controllo dei territorio che negli ultimi tempi ha sempre più perso. E a chi in modo polemico le chiede di esprimere la sua posizione sulla questione della razza, evocando le leggi razziali, De Rosa risponde: “Nessuno qui parla di leggi razziali. Semplicemente vogliamo rimettere al centro della politica e delle istituzioni gli italiani. E questo significa mettere in campo servizi alle persone a cui devono essere rivolti. Poi se si vogliono sostenere con il qualunquismo le politiche di accoglienza che ingrassano le solite coop rosse, bisogna ammettere che si è complici di un sistema che alimenta la tratta degli schiavi. Il vero razzismo sta in chi costringe a vivere 400 persone in una struttura che ne può ospitare al massimo 200, spendendo i soldi degli italiani per ingrassare il più grande business esistente in Italia”.

Anna Pedri

 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. Molto bene,sempre più persone prendono coscienza dell’amore di Casa Pound verso la patria e il popolo,nonostante la vergognosa censura dei media piddini e dei servi della dittatura che ci opprime.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here