Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 giu – “Stai zitto, ti devo impiccare”. Era la frase che faceva smettere di piangere i bambini, dai 4 ai 6 anni, di un asilo del comune di Solofra, in Irpinia. Prima di quella terribile frase i bambini piangevano perché terrorizzati dopo essere stati trascinati a terra, costretti a stare immobili, strattonati. Dopo lunghe e scrupolose indagini, i carabinieri del comando provinciale di Avellino hanno così arrestato 3 maestre e 1 maestro dell’asilo, di età compresa tra i 46 e i 66 anni.

Gli insegnanti sono ritenuti gravemente indiziati di maltrattamenti nei confronti di minori. Uno di loro è accusato anche di violenza sessuale. Le indagini dei militari sono iniziate in seguito alla denuncia di alcune madri dei bambini che frequentavano la scuola per l’infanzia. “Queste violenze – ha dichiarato il colonnello Massimo Cagnazzo – avrebbero spinto alcuni bambini ad avere paura di andare a scuola”. I quattro insegnanti sono stati incastrati da registrazioni audio e video, decisamente nitide, che confermano i sospetti dei genitori denuncianti.

I carabinieri hanno infatti installato delle telecamere nascoste nella classi in cui si riteneva che avvenissero i comportamenti “anomali” da parte dei maestri. Uno degli indagati è stato ripreso mentre era intento a palpeggiare un bambino nelle parti intime. La procura della Repubblica di Avelino ha richiesto adesso al gip del tribunale di emettere misure cautelari per i quattro. Uno degli insegnanti è un maestro di religione. Questa mattina inoltre i genitori degli alunni hanno manifestato di fronte alla scuola, chiedendo delucidazioni da parte del dirigente scolastico.

Alessandro Della Guglia

1 commento

Commenta