Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 set – Silvio Berlusconi è sicuro che nessuno dei suoi parlamentari passerà con i gruppi autonomi di Matteo Renzi. Poi il leader di Forza Italia assicura che il centrodestra “è unito” e che rappresenta “l’unica alternativa alla sinistra”. E aggiunge che sebbene alleata con la Lega, “Forza Italia resta importante”. Nessuna defezione, dunque, a favore di “Italia Viva”, il nuovo soggetto politico di Renzi: “Non credo – spiega – che ci siano nostri parlamentari che pensino di avere maggiori possibilità di essere rieletti andando in un altro partito dove comunque verrebbero accolti come transfughi“. A tal proposito, “mi sono voluto raccordare con questi deputati” che ieri hanno partecipato alla cena di Mara Carfagna, precisa Berlusconi. “Ho telefonato e non c’è nessuno che mi abbia detto che la partecipazione a quella cena avesse un valore diverso dallo stare insieme e dal sentirsi amici e per riunirsi anche per parlare di cose che non siano la politica”.



“Questo governo ora è delle quattro sinistre”

A Matteo Renzi “auguro di avere successo e di raggiungere i risultati che si è proposto, staremo a vedere. Questo governo – sottolinea il leader di FI – non è più il governo delle tre sinistre ma delle quattro sinistre”. Sul fronte del centrodestra spiega: “Noi l’opposizione la faremo sui contenuti e se ci saranno cose positive” sui singoli punti “voteremo a favore. Noi siamo scesi in piazza contro il governo Prodi quando aveva esagerato nella pressione fiscale. Se il governo metterà le mani eccessivamente nelle tasche degli italiani, se andrà a limitare i diritti di libertà dei cittadini, può darsi che noi giudicheremo che si debba fare una manifestazione di piazza”.

“Con Salvini ho messo sul tavolo anche differenze” 

“Ho incontrato Matteo Salvini la settimana scorsa e abbiamo anche messo sul tavolo le differenze”, specifica l’ex premier. “Loro sono sovranisti e noi non lo siamo, loro sono contro l’Unione europea per certi versi e noi siamo convinti europeisti, loro pensano di cambiare la legge elettorale togliendo i due terzi di proporzionale per arrivare in tutti i collegi con il maggioritario -chiarisce -. Noi invece riteniamo che questa legge elettorale funzioni, che il centrodestra abbia la possibilità di vincere le prossime elezioni anche con i due terzi del proporzionale e quindi anche questo punto è uno che ci differenzia dalla Lega“. “Mi fa ridere quando sento dire che noi siamo sottoposti alla Lega: noi siamo alleati con la Lega, ma con la schiena dritta“, ci tiene a precisare il Cavaliere.

“Nella Ue con Gentiloni”

Infine, Berlusconi annuncia che Forza Italia sosterrà in Europa il commissario Ue agli Affari economici, il dem Paolo Gentolini: “Noi lo sosterremo perché Gentiloni sarà lì sia come presidente di una importante commissione e sarà il guardiano degli interessi dell’Italia“.

Adolfo Spezzaferro



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta