Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 20 gen – Il portavoce di Conte, Rocco Casalino, sarà audito dal CopasirComitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. Nel mirino la sbruffonata durante la missione in Libia e un post sulle pagine social del premier contro Renzi, denunciato come hackeraggio da Palazzo Chigi.



Il Copasir sentirà Casalino sulla geocalizzazione in Libia e sul presunto hackeraggio del profilo di Conte

Il Copasir sentirà Casalino per aver diffuso la geolocalizzazione all’aeroporto di Bengasi durante la missione italiana per liberare i pescatori di Mazara del Vallo detenuti da mesi in Libia. Ma l’ex concorrente del Grande Fratello dovrà rispondere anche del presunto hackeraggio dell’account ufficiale di Giuseppe Conte. Sulle pagine social del premier infatti era stata pubblicata una storia che recitava: “Clicca qui se vuoi mandare a casa Renzi“. Contenuto da cui il responsabile web e social media della presidenza del Consiglio, Dario Adamo, si era dissociato. Adamo ha fatto riferimento a presunti tentativi di intrusione nei sistemi informatici del governo. A tal proposito il Comitato ha richiesto l’audizione anche del Segretario generale della presidenza del Consiglio, Roberto Chieppa.

Pescatori in Libia, saranno ascoltati anche Conte e Di Maio

Il Copasir inoltre ha chiesto l’audizione anche del premier Conte e del ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Sempre sulla vicenda dei pescatori prigionieri in Libia. “Sia per le attività svolte sia per le modalità operative e di sicurezza adottate”, sarà sentito anche il direttore dell’AiseAgenzia informazioni e sicurezza esterna Giovanni Caravelli.

Renzi invece sarà audito sulla visita del 2019 del procuratore generale Usa Barr

Il Comitato ha anche chiesto l’audizione di Matteo Renzi “al fine di arricchirsi di ulteriori ed eventuali notizie relative alla vicenda riguardante la visita nel 2019 del procuratore generale degli Stati Uniti, William Barr“. E l’incontro con i nostri 007.

Infine, il Copasir rende noto che “in riferimento alle, per quanto smentite, notizie di interessamento da parte di componenti del comparto intelligence alle attività parlamentari afferenti alla tenuta del governo, sarà sentito il direttore generale del Dis” Vecchione.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. sicuramente questo pavoneggiarsi ed “esibirsi” è dovuto solo e soltanto al proprio personale carattere che contraddistingue ogni persona singolarmente…

Commenta