Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 23 set – Come per le regionali, anche per le elezioni comunali si profila un “pareggione” tra centrodestra e centrosinistra, almeno nei capoluoghi dove è stato eletto il sindaco al primo turno, che sono appena 6 su 18. E come per le regionali, il Movimento 5 Stelle subisce un’altra pesante debacle. In attesa dei ballottaggi in programma tra quindici giorni, il centrodestra si conferma a Venezia con Luigi Brugnaro e conquista Macerata (dopo 20 anni), dove Sandro Parcaroli succede a Romano Carancini. Il centrosinistra, invece, vince a Trani, Mantova e Trento, rispettivamente con la riconferma di Amedeo Bottaro e Mattia Palazzi (con oltre il 70%) e l’elezione di Franco Ianeselli, che prende il posto di Alessandro Andreatta.

M5S corre solo in due ballottaggi, a Matera ed Andria

Pessima performance per il Movimento 5 Stelle, ormai in caduta libera, che può solo sperare di “consolarsi con l’aglietto” – come si suol dire – a Matera ed Andria, dove i loro candidati corrono per il ballottaggio. L’alleanza Pd-M5S però funziona a Faenza, dove Massimo Isola ha avuto la meglio sul candidato del centrodestra Paolo Cavina. Nel cosiddetto “laboratorio Campania”, Pd-M5S vincono al primo turno a Caivano e finiscono al ballottaggio a Giugliano e Pomigliano d’Arco (città di Luigi Di Maio). A Fermo invece si conferma Paolo Calcinaro, candidato di alcune liste civiche che porta a casa oltre 10 mila voti in più rispetto agli sfidanti di centrosinistra, centrodestra e M5S.

Ecco i comuni che andranno al ballottaggio

I comuni capoluogo che andranno al ballottaggio sono Chieti, Matera, Crotone, Reggio Calabria, Lecco, Andria, Arezzo e Bolzano. In cinque casi tra centrodestra e centrosinistra, in un caso tra centrodestra e Movimento 5 Stelle, in un altro tra centrodestra e un indipendente, mentre in due casi non è ancora certo chi andrà al ballottaggio. A Nuoro si vota il 25 e 26 ottobre, ad Agrigento e Enna, il 4 e 5 a Nuoro, in Sardegna, si voterà il 25 e 26 ottobre, mentre ad Agrigento ed Enna, in Sicilia, il 4 e 5. Tra i ballottaggi c’è anche quello di Cascina, il comune di cui è stata sindaco la candidata alla Regione Toscana della Lega, Susanna Ceccardi. Lì la sfida sarà tra il candidato del centrosinistra e quello di centrodestra, ma il Pd ha preso il 32% contro il 19% della Lega. Infine sono risultate non valide, per il mancato raggiungimento del quorum dei votanti, le elezioni a Bisenti (Te), Melito di Porto Salvo (Rc) e Lesina (Fg).

Adolfo Spezzaferro

Commenta