Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 dic – Ospitano un pusher tunisino a casa, ma l’uomo pesta lui e violenta lei. È accaduto a Turbigo, nell’hinterland milanese. Il ventinovenne tunisino è stato arrestato dai carabinieri di Legnano ad Annecy, in Francia, dopo essere espatriato con la macchina, rubata, delle sue vittime. Su di lui pendeva un mandato di arresto europeo per violenza sessuale, rapina e spaccio di droga emesso dal Tribunale di Busto Arsizio.

Il ventinovenne, stando alle indagini, la notte tra il 21 e il 22 novembre scorsi si sarebbe scagliato contro una coppia di italiani – ventisei anni lui, diciannove lei -, che lo stavano ospitando nel loro appartamento di Turbigo. L’arrestato aveva appena venduto cocaina al ventiseienne, ma poi qualcosa, nella sua testa, è scattato: l’immigrato ha cominciato a prendere a bastonate il ragazzo per stordirlo. Dopodiché, ha abusato della sua compagna, puntandole contro un coltello per minacciarla. Il tutto mentre nella stanza accanto dormiva un bimbo di un anno e mezzo, figlio delle vittime.

Dopo l’aggressione e lo stupro, l’immigrato avrebbe rubato l’auto della coppia e sarebbe andato in Francia. Lì, in cooperazione con la polizia transalpina, i carabinieri lo hanno arrestato il 23 novembre, mentre dormiva a bordo della macchina rapinata. Il ventinovenne è stato estradato nel pomeriggio di martedì 12 dicembre e portato nel carcere Le Vallette di Torino.

Roberto Derta

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Ma dove sta scritto che una coppia dovrebbe ospitare un extra comunitario o uno sconosciuto?

    MA COME MAI UNA COPPIA DI ITALIANI CON UN FIGLIO PICCOLO OSPITA A CASA PROPRIA UNO SPACCIATORE NORDAFRICANO ???

Commenta