Il Primato Nazionale mensile in edicola

Perugia 25 ago – La procura di Perugia ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex boss della corrente dell’Anm UniCost Luca Palamara, accusato di diversi episodi di corruzione. Stesso provvedimento per l’imprenditore Fabrizio Centofanti, l’amica dell’ex consigliere del Csm Adele Attisani e Giancarlo Manfredonia, titolare di un’agenzia di viaggi. La richiesta di rinvio a giudizio è stata formalizzata dal neo procuratore Raffaele Cantone e dai sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano.



L’inchiesta che ha terremotato Anm e Csm

Come è noto, l’inchiesta è quella che squassato sia l’Anm che il Csm, portando alle dimissioni di diversi consiglieri, per le intercettazioni di colloqui in cui con esponenti politici dem si mettevano d’accordo con Palamara ed altri magistrati  per le nomine al vertice delle procure, a cominciare da quella di Roma. A Perugia Palamara è finito sotto indagine per i suoi rapporti con Centofanti, al quale avrebbe messo a disposizione le sue funzioni di magistrato in cambio di viaggi e regali. L’imprenditore avrebbe anche pagato lavori nell’abitazione di Attisani, che deve rispondere dell’accusa di aver istigato tali condotte illecite.

Quella riunione con i dem Ferri e Lotti

Ma i fatti in questione sono risultati essere soltanto la punta dell’iceberg: sono infatti emerse decine di intercettazioni che hanno travolto il mondo della giustizia italiana. Al centro dello scandalo una riunione notturna del 9 maggio 2019 all’Hotel Champagne – registrata dal trojan inoculato nello smartphone di Palamara – in cui si parlò delle nomine ai vertici degli uffici giudiziari. Fra i presenti c’erano l’ex presidente dell’Anm, il deputato di Italia Viva Cosimo Ferri (allora Pd), il dem (renziano) Luca Lotti e gli ormai ex consiglieri del Csm Morlini, Lepre, Spina, Cartoni e Criscuoli. Vicenda che è costata a Palamara l’espulsione dall’Anm per “gravi e reiterate violazioni del codice etico” nonché un procedimento disciplinare in corso al Csm. La prossima udienza è fissata per il 15 settembre così da permettere all’ex boss di UniCost di godersi le vacanze estive (non senza imbarazzanti incidenti).

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. […] “Alle ore 16 parlerò in conferenza nella sede del Partito radicale”, dice Palamara all’AdnKronos, qualche secondo dopo aver appreso la sentenza. Il collegio della sezione disciplinare lo ha ritenuto responsabile di tutti gli addebiti che gli sono contestati. Al centro delle contestazioni all’ex boss della corrente dell’Anm UniCost la riunione che si svolse all’hotel Champagne di Roma il 9 maggio dello scorso anno, in cui assieme ai deputati Pd Luca Lotti e Cosimo Ferri (oggi Iv) e a 5 ex togati del Csm Palamara discusse di come pilotare le nomine, a partire da quella del procuratore di Roma. Tutti i dettagli come è noto sono emersi dalle intercettazioni effettuate col trojan sul cellulare del magistrato, e sono agli atti della procura di Perugia, dove Palamara è imputato per corruzione. […]

Commenta