Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 gen – Seconda diretta video del giorno, seconda proposta “pesante” del duo pentastellato Di Maio-Di Battista. Dopo aver annunciato la volontà del governo di togliere i caselli e la concessione ad Autostrade, inserendo una tariffa italiana a basso costo per la rete autostradale italiana, il vicepremier, accompagnato in Francia da Alessandro Di Battista, ha lanciato la seconda diretta video su Facebook di fronte alla sede del Parlamento Ue a Strasburgo: “Una marchetta francese che dobbiamo chiudere prima possibile”, ha detto Di Maio annunciando così la proposta che caratterizzerà la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle per le elezioni europee.

Sangue di Enea Ritter

“Questa sede va chiusa – ha rimarcato Di Battista – sarebbe bene che questa battaglia fosse supportata da tutto il Paese: ci fanno le pulci sul 2 virgola, le clausole e poi buttano i soldi di tutti i cittadini europei”. L’ex parlamentare del M5S, reduce da un lungo viaggio in America Latina, ha poi attaccato duramente la Francia: “Siamo a meno di 500 km da Bruxelles ma una volta al mese partono da Bruxelles camion di faldoni e documenti, ogni mese si spostano circa settemila persone da Bruxelles a Strasburgo. Tutta questa roba qua oltretutto inquina. E questa sede, anche se le stime non sono certissime, ma può costare addirittura 200 milioni di euro all’anno. Una legislatura europea quindi può costare un miliardo di euro all’anno, soltanto per fare una marchetta ai francesi i quali evidentemente non sono mai stati contrastati. Sono soldi di tutti buttati. Questa sede va chiusa, il M5S aggredirà gli sprechi anche in ambito europeo, non solo in Italia ci sono maxi stipendi. E’ un messaggio di sfida verso la Francia che si è approfittata dell’assenza colpevole di paesi come l’Italia”.

Black Brain

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta