Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 apr – Non si può dire che il governo gialloverde non produca polemiche e litigi interni. Ogni giorno salta fuori una frecciata, un’accusa, un battibecco. Oggi ci ha pensato il vicepremier Luigi Di Maio, dicendosi  “preoccupato per questa deriva di ultradestra a livello europeo, con forze politiche che faranno parte del gruppo con cui si alleerà la Lega che, addirittura, in alcuni casi, negano l’Olocausto”. A margine di un convegno alla camera di commercio di Milano, il leader pentastellato ha detto di riferirsi a “gruppi parlamentari che sono usciti dal Parlamento europeo quando si commemorava la strage dell’Olocausto e quello che è stato fatto nei campi di concentramento. Quindi, quando vedo queste cose, mi preoccupo”.

Di Maio ha poi aggiunto che è suo “dovere come forza politica e come capo politico del M5S dire che quelle cose non mi appartengono”. Quindi, ha puntualizzato il vicepremier pentastellato, “noi creeremo un gruppo unico e indipendente in Parlamento europeo con altri movimenti civici come il nostro e non staremo con queste ultradestre, che quando si tratta di scontri ideologici mi preoccupano non poco”.

Salvini non replica

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che stamani ha avuto “un incontro cordiale” con Marine Le Pen a Parigi, non ha risposto (almeno per il momento) all’attacco di Luigi Di Maio. Il leader della Lega ha invece annunciato oggi un “grande evento per l’Europa dei prossimi 30 anni” che “stiamo preparando (con la Le Pen, ndr). Salvini ha poi colto l’occasione per ricordare che “inviteremo tutti i movimenti europei alternativi alla gestione socialista e popolare degli ultimi anni”. “Si tratta – ha spiegato il leader leghista – di un evento che coinvolgerà almeno 15-20 Paesi europei”.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Ok di Maio…capito tutto… vuoi raggranellare voti dai partigiani, dai transex, dai sinti, dagli ebrei, dagli uteri affittati, dalle tribu nigeriane e dai costruttori di moschee. Per il progresso e il futuro della nostra bella Italia.

  2. […] A quanto è noto, Davide Casaleggio e Dibba hanno cominciato a rivedersi già in primavera: questo è quanto è emerso nelle ultime ore. I contatti sarebbero avvenuti prima dell’annuncio della nuova “discesa in campo” di Di Battista. Casaleggio, presidente della piattaforma informatica M5S Rousseau,tuttaviasmentisce fermamente che tra questa “alleanza” sia nata per contrastare Luigi Di Maio. […]

Commenta