Roma, 25 lug – Famiglia Cristiana, il settimanale cristiano che secondo il fondatore Giacomo Alberione non doveva parlare di religione cristiana “ma di tutto cristianamente”, è ormai passato dalle invettive contro Berlusconi a quelle contro Salvini. Cristianamente ha trovato quindi un nuovo nemico, che in quanto tale non può che essere identificato come il demonio. La virata a sinistra del periodico delle Edizioni San Paolo è ormai assodata da anni e con Bergoglio sembra aver trovato la sponda migliore in Vaticano. Niente più giri di parole, moderazione e sottintesi democristiani, adesso il settimanale più letto nelle parrocchie supera in cattivo gusto e assurdità le riviste radical chic, finendo per paragonare il ministro dell’Interno addirittura al diavolo.
Non è uno scherzo, è quanto si evince chiaramente dalla copertina di Famiglia Cristiana in uscita domani nelle edicole: una mano che si leva sul volto del leader leghista e la scritta ‘Vade retro Salvini’.  “Niente di personale o ideologico. Si tratta di Vangelo”, il settimanale prova a spiegare così l’iniziativa che fa quantomeno accapponare la pelle. Secondo Famiglia Cristiana si tratterebbe di una presa di posizione doverosa “contro certi toni sprezzanti e non evangelici” nei confronti degli immigrati.
E dire che invece a noi sembra proprio un attacco ideologico (genere catto-comunista) e decisamente contra personam. Tralasciando la bislacca esegesi del Vangelo riguardo al tema immigrazione attuata dalla rivista, definire di fatto Salvini il demonio è roba da veli pietosi in assenza di pietas cristiana. Salvini, a margine di un’udienza al Senato, ha replicato senza infierire: “L’accostamento a Satana mi sembra di pessimo gusto. Io non pretendo di dare lezioni a nessuno, sono l’ultimo dei buoni cristiani, ma non penso di meritare tanto”.
Eugenio Palazzini

8 Commenti

  1. Letto nelle parrocchie??? Quando??? Siamo in presenza di un giornaletto mediocre comunistoide, autoreferenziale e ignobile nei toni e nei modi………nessuno lo legge da secoli, se non qualche polmone cattocomunista,al contrario le parrocchie si svuotano di famiglie italiane e si riempiono di feccia negroide e marmaglia islamica…….veramente indegni. Auguroni.

  2. I veri anticristi sono alcuni nelle gerarchie cattoliche come è oramai il parere di molti cattolici che dissentono dalla piega globalista e relativista di Francesco.Questo si è permesso di dire a proposito di una parabola(vedi youtube) che Gesu’ “non è pulito” e che fà in quell’ occasione “un po’ lo scemo” !!AAnche se era poer spiegare un comportamento non si doveva permettere di parlare cosi’ di chi dovrebbe rappresentare! E ha detto “chi sono io per giudicare i gay”!!!Questo è contro ogni morale cristiana della famiglia e unione che deve essere solo tra uomo e donna.Ma è andato anche oltre perdonando i divorziati che si riaccoppiano permettendo lo sfascio della famiglia .Il patriarca greco ortodosso già anni fà disse che seguirlo è seguire il demonio e questi si permettono di dare del demonio a Salvini!!!

  3. I veri anticristi sono alcuni nelle gerarchie cattoliche come è oramai il parere di molti cattolici che dissentono dalla piega globalista e relativista di Francesco.Questo si è permesso di dire a proposito di una parabola(vedi youtube) che Gesu’ “non è pulito” e che fà in quell’ occasione “un po’ lo scemo” !!Anche se era per spiegare un comportamento non si doveva permettere di parlare cosi’ di chi dovrebbe rappresentare! E ha detto “chi sono io per giudicare i gay”!!!Questo è contro ogni morale cristiana della famiglia e unione che deve essere solo tra uomo e donna.Ma è andato anche oltre perdonando i divorziati che si riaccoppiano permettendo lo sfascio della famiglia .Il patriarca greco ortodosso già anni fà disse che seguirlo è seguire il demonio e questi si permettono di dare del demonio a Salvini!!!

  4. Mentre il settimanale famiglia cristiana si occupa del Ministro dell’Interno della Repubblica Italiana e ficca ancora una volta il naso negli affari interni del nostro Paese, si puo’ leggere sui giornali che il prete-pedofilo che ieri ha aggredito una bambina di undici anni ha avuto i domiciliari: quindi non è in galera … intanto è stato “sospeso” dalla sua sezione/diocesi. Mi chiedo perchè un pervertito con tonaca non debba scomparire per molto tempo in fondo ad un girone dantesco e la sua cosca/diocesi e organizzazioni simili non si pongano velocemente delle domande e conseguenti risposte alle quali molte bambine e bambini avrebbero da tempo diritto.

  5. Salvini, se vuoi replicare agli insulti di questo pretume, che è troppo occupato ad aiutare gli scafisti a proseguire l’invasione (dei ricchi dai paesi povere a spese dei poveri dei paesi ricchi) per occuparsi di piccolezze come i pedofili, puoi usare le parole che già 2000 anni fa usò il loro principale per qualificarli.
    SEPOLCRI IMBIANCATI

Commenta