Il Primato Nazionale mensile in edicola

Vienna, 30 mag – Semaforo verde per la Formula 1. Il campionato mondiale 2020 comincerà il 5 luglio con il Gran premio di Austria, c’è l’ok definitivo del governo di Vienna. La gara si terrà a porte chiuse a causa delle norme anti contagio. Organizzatori e team dovranno seguire un protocollo di sicurezza molto rigido che prevede tamponi per tutti e limitazioni al personale in pista. Il 12 luglio, sempre sul Red Bull Ring di Spielberg, si disputerà una seconda gara.

Per la prima volta nella storia della F1, due gare nello stesso circuito nella stessa stagione

Secondo il protocollo studiato da F1 e organizzatori, in accordo con le autorità locali, tutti i team arriveranno all’aeroporto di Zeltweg per rendere più brevi gli spostamenti verso il circuito. Inoltre, tutti quelli che arriveranno dall’estero saranno sottoposti a test sul coronavirus prima di entrare in Austria. Il boss della Red Bull Helmut Marko, che ha lavorato intensamente per il Grand Prix negli ultimi mesi, ha ripetutamente sottolineato che “questo sarà il primo evento sportivo mondiale e sarà una grande pubblicità per l’Austria e la Stiria”. Sarà la prima volta nella storia della Formula 1 (da quando è stata fondata nel 1950) che due gare si svolgeranno nello stesso circuito all’interno della stessa stagione e, per di più, nell’arco di una settimana. Questo perché la pandemia di Covid-19 ha fatto saltare tutte le gare e ora bisogna recuperare il terreno perduto.

Ecco il calendario provvisorio

Secondo un calendario provvisorio già consegnato ai team, le gare successive saranno le seguenti: 26 luglio Gran Bretagna; 2 agosto Gran Bretagna (sempre che sia consentito dalle norme sulla quarantena, per ora imposta per 14 giorni a chi arriva); 9 agosto Ungheria; 23 agosto Spagna; 30 agosto Belgio; 6 settembre Italia. Il calendario delle corse extraeuropeo invece è ancora in fase di studio.

Ludovica Colli

1 commento