Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 mag – Beppe Grillo è uscito dalla scena politica da un po’. Ma come direbbe il premier Giuseppe Conte, forse è soltanto un’illusione ottica. Oggi, dal suo blog, un tempo popolarissimo, ha scritto un lungo commento firmato come di consueto “il suo Neurologo”. Si tratta di una pesante invettiva nei confronti di Silvio Berlusconi. Ma anche in questo caso, a ben vedere, sembrerebbe un’illusione ottica. Perché il destinatario del j’accuse è in realtà Matteo Salvini.

“Coraggio Silvio, la nostalgia di un cialtrone a 90 gradi è rilassante in confronto alle improvvisazioni dello sceriffo senza cavallo e senza pistola (solo il giaccone!). Che il duello fra voltafaccia abbia inizio!” Un attacco non indifferente all’alleato di governo del M5S, che rischia inevitabilmente di alzare la tensione, già alle stelle, tra i due partiti che guidano l’esecutivo. Berlusconi, secondo il comico ligure, “crede in un’inquietante immortalità che aspetta soltanto lui: nella sua confusa insalata di parole speriamo che il suo amico Vladimir gli compri un altro bel lettone dove fare a cuscinate con il suo Matteo preferito… si ma quale sarà?”. Anche in questo caso sembra chiaro l’intento di Grillo: prendere di mira il leader di Forza Italia per incalzare il ministro dell’Interno.

Attacchi e profezie

Il comico si lancia poi in una profezia sulle dinamiche interne, ma a ben vedere non solo, a Fi: “Silvio Berlusconi, dal Re del chi striscia non inciampa è stato spettacolare. E’ un Berlusconi ‘onesto’ quello che ci compare davanti oggi, deboluccio. Lui sembra non rendersi conto del fatto che Toti lo tradirà, è convinto che resterà con lui. Fa venire alla mente qualcuno che si è perso nel deserto e saluta gioioso i suoi avvoltoi”.

Grillo incalza poi sulla questione della cannabis, a cui Salvini ha promesso guerra a tutto campo. Parla così di Berlusconi lanciando però frecciate dirette al vicepremier leghista: “Anche lui non vuole le droghe leggere, ma è preoccupato per i commercianti: le balle dello Psiconano sono oggi inviolinate, ed è fantastico. Non sono più pallonate nei testicoli divini! Abbiamo di fronte una versione depotenziata del più grande bugiardo della storia italiana – sottolinea il comico – Frena di colpo per essere superato da tutti, quanto a sparate! Una nuova tecnica, non si butta via neppure il più imbarazzante dei curricola, anche dall’età non si butta via nulla…”.

Alessandro Della Guglia

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Quanto a sparate il buffone Grillo non è superato da nessuno.Se la prende con un Berlusconi in piena decadenza ed insignificanza che è come sparare sulla croce rossa e ritirare fuori un antiberlusconismo vecchio e ritrito.Lui che parla tanto di decrescita felice non si accorge che in decrescita da tempo oramai è il suo cervelletto.E pensare che una volta Grillo era un sovranista che parlava della truffa della moneta privata ed era assistente del grande Prof. Auriti

Commenta