Genova, 6 set – I giudici “chiudono” la Lega, condannata a restituire subito 49 milioni allo Stato. Il tribunale del Riesame di Genova ha accolto il ricorso della Procura sul sequestro dei fondi della Lega in relazione alla truffa ai danni dello Stato, stimata in 49 milioni di euro, per rimborsi elettorali non dovuti dal 2008 al 2010 per cui sono stati condannati in primo grado Umberto Bossi, l’ex tesoriere Francesco Belsito e tre ex revisori dei conti. Al momento, i fondi sequestrati ammontano a circa tre milioni e ora nelle casse del partito ci sono poco più di cinque milioni. ”Gli avvocati faranno le loro scelte. È un processo che non mi turba minimamente. Si tratta di fatti risalenti a 8-10 anni fa. Se vogliono ci tolgano tutto. Facciano quello che credono, noi abbiamo gli italiani con noi’‘. Questo il commento a caldo del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che aggiunge: ”Sono assolutamente tranquillo, passo il mio tempo lavorando”.
“In caso di condanna siamo finiti”, aveva invece avvertito la settimana scorsa il sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti.

La Lega, che rischia di dover chiudere, adesso potrebbe impugnare la decisione e ricorrere ancora in Cassazione
, che ad aprile aveva già rinviato al Riesame il caso dopo aver accolto la richiesta della Procura di poter sequestrare fondi del Carroccio, oltre a quelli già trovati. Gli avvocati del partito avevano presentato una consulenza per dimostrare che i soldi che il Carroccio ha attualmente in cassa ora sono “contributi di eletti, donazioni di elettori e del 2 per mille della dichiarazione dei redditi”. Per i legali si tratta di “somme non solo lecite ma che hanno anche un fine costituzionale: consentono al partito di perseguire le finalità democratiche del Paese – sostengono -. Dire che sono profitto del reato è un non senso giuridico”.

Il procuratore Francesco Cozzi aveva annunciato che nel caso in cui il Riesame avesse accolto la decisione della Cassazione avrebbe chiesto l’immediato sequestro dei fondi. Di fronte all’ipotesi di creazione di un nuovo partito unico del centrodestra, circolata nei giorni scorsi, il magistrato ha ammesso che potrebbero esserci dei limiti alla somma da confiscare. Ipotesi però smentita seccamente dal leader della Lega Matteo Salvini: “Non facciamo politica in base alle sentenze, il nostro nome non si tocca”.
In ogni caso, la sentenza è senza precedenti: mai finora si era visto un partito politico letteralmente chiuso da un tribunale. “Per un partito politico ed anche per la Lega, diventa difficile svolgere l’attività politica nel momento in cui non può contare su risorse finanziarie. Vale per la Lega ma anche per qualsiasi altro partito”, sottolinea il premier Giuseppe Conte.


Immediata la reazione dell’opposizione. “Parla bene e razzola molto male. Ora non ha più giustificazioni. La Lega restituisca allo Stato 49 milioni”. Così il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci su Twitter, con tanto di hashtag #legaladrona.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

1 commento

  1. ………..i magistrati, i giudici………certi magistrati, certi giudici…….. Se ne esiste qualcuno con le palle compri una pagina su un quotidiano e si faccia sentire e rispettare………. Altrimenti questo schifo ignobile ed indegno di matrice comunistoide sinistra e piddina non finirà mai……….sconfiggere gli avversari attraverso il tuo parziale potere giudiziario……..bella forza,bel coraggio, cosa ha rubato salvini ???…………. nulla , eppure da Agrigento a Genova è tutto un brulicare di attivismo pseudo oggettivo e vomitevole………verrà il momento in cui il popolo scenderà dal divano poiché fame e oppressione toccheranno l’apice…….. Allora cosa faranno i burocrati,cosa decideranno i supremi giudici……???…….ci faranno sparare???……ci faranno sprangare dai parassiti dei centri asociali???……..che schifo di paese del cazzo. Quale sarà il prossimo passo,impediranno a salvini di presentarsi alle prossime e spero imminenti elezioni………. Al Quirinale un grigio funzionario parla spesso di democrazia e libertà………. per strada gli italiani intanto convivono con la latrina e la cloaca che queste barbare istituzioni ci hanno regalato……… Auguri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here