Roma, 6 sett – La situazione degli immigrati della Diciotti in fuga dal centro di accoglienza “Mondo Migliore” di Rocca di Papa sta assumendo contorni grotteschi. Dopo i proclami della Cei e i gelati inviati da Papa Francesco, l’unica certezza al momento è l’assenza di quasi 50 “ospiti”. CasaPound che fin da subito insieme ai residenti si è opposta al trasferimento degli immigrati della Diciotti ai Castelli Romani, questa mattina ha realizzato un nuovo blitz, sotto gli uffici del Comune di Rocca di Papa per chiedere la chiusura definitiva del centro “Mondo Migliore”.

“Il Cas deve chiudere immediatamente“, ha dichiarato Yuri Spalletta, responsabile di CasaPound Castelli Romani. “Ieri la notizia della fuga degli immigrati clandestini della Diciotti è solo l’ultimo episodio di una situazione che va avanti da troppo tempo. La presenza del centro ha portato degrado in tutto il territorio. I cittadini sanno bene che i migranti scavalcano e rompono le recinzioni delle ville della zona per attraversare i terreni. Possiamo citare i vari episodi di risse tra i diversi gruppi etnici all’interno del centro”.


Sotto accusa anche il sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, che in passato ha più volte descritto il centro “Mondo Migliore” come un “fiore all’occhiello” per il territorio dei Castelli Romani. “L’unica soluzione sensata da parte dei Sindaci dei Comuni della zona” ha ribadito Spalletta, “è fare pressione politica per la chiusura di questo centro e optare per uno stop totale all’immigrazione nel nostro territorio”.

Davide Romano

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here