Roma, 29 ago – Nuovo botta e risposta tra il vicepremier Matteo Salvini e il presidente francese Emmanuel Macron sul fronte immigrazione e sul braccio di ferro in Europa per la redistribuzione degli immigrati. Dopo il vertice di ieri tra il ministro dell’Interno e il premier Viktor Orban, Italia e Ungheria cercheranno di cambiare le regole fissate dall’Ue su sbarchi e accoglienza degli immigrati. Il ministro dell’Interno e Orban sono stati molto chiari: “Rivedere i trattati per fermare insieme i migranti“. Una posizione forte e chiara che è poi stata sottolineata da un attacco del premier ungherese a Macron: “È alla guida di una forza europea che sostiene l’immigrazione”.
Puntuale è arrivata la replica dall’Eliseo: “Hanno ragione, sono il loro oppositore principale. Non cederò niente ai nazionalisti e a coloro che difendono i discorsi di odio. Se vogliono vedere in me il loro oppositore principale, hanno ragione”, ha dichiarato Macron.
Immediata la controreplica del leader della Lega: “Il principale avversario di Macron, sondaggi alla mano, è il popolo francese. Anziché dare lezioni agli altri governi spalanchi le proprie frontiere, a partire da quella di Ventimiglia”. Poi Salvini, riallacciandosi alle dichiarazioni congiunte di ieri, lancia un’altra bordata: Macron “la smetta di destabilizzare la Libia per interessi economici“. Il vicepremier e Orban infatti ieri hanno accusato la Francia di “non aiutare la stabilità” di Tripoli ma di “muoversi solo e soltanto per un interesse economico”.
Dal canto suo, Macron non gode di molta popolarità neanche nel suo governo. E’ di ieri la notizia delle dimissioni del ministro dell’Ambiente Nicolas Hulot. “Mi sono sentito solo, non ho poteri, non ho influenza, c’è solo un cumulo di delusioni, non ci credo più”, ha detto l’ex ex giornalista divenuto star della tv per il suo impegno ambientalista. Con lui l’Eliseo perde uno dei volti più popolari. E i sondaggi crollano: dall’elezione del maggio scorso a oggi, Macron ha perso quasi 30 punti percentuali (dal 62% al 34%).
Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. Macrone, si tratta di buon senso non di odio-
    L’odio è il tuo verso i popoli d’europa, comincia a parlare della vostra oppressione monetaria/economica in africa…

Commenta