Perugia, 10 ott – “Da anni Fratelli d’Italia continua a rivendicare la necessità di aprire anche in Italia e almeno uno per Regione i centri sorvegliati per immigrati“. Così la leader di FdI Giorgia Meloni, che in occasione del tour elettorale in Umbria, è intervenuta sul fronte immigrazione. “Oggi – sottolinea la Meloni – quando un clandestino arriva in Italia è rifugiato fino a prova contraria mentre nel resto d’Europa è l’esatto contrario: è clandestino fino a prova contraria“.


“Centri per valutare chi è rifugiato, come ci chiede la Ue”

“Quando un immigrato arriva nella civilissima Germania, ad esempio, viene trattenuto fino a 18 mesi in un centro sorvegliato e viene rispedito a casa se non è rifugiato”, fa presente la leader di FdI. “Noi pretendiamo – prosegue – che questi centri si aprano anche in Italia e si faccia, una volta tanto, quello che ci chiede l’Europa, che ha deciso l’istituzione dei centri sorvegliati nel Consiglio europeo del giugno 2018. Dunque, chiediamo che in Umbria, come in tutto il resto d’Italia, si aprano centri sorvegliati per trattenere gli immigrati clandestini e nei quali valutare chi è rifugiato. Chi non lo è viene rispedito a casa”, ha concluso la Meloni.

Ludovica Colli

Commenta