Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 27 feb – “Poliziotti mi fate schifo, dovete morire”. La professoressa in prima linea negli scontri di piazza Torino non si pente. Dopo aver manifestato contro CasaPound augurando la morte agli agenti in servizio, intervista da Matrix ha ribadito il concetto: “Certo, ho detto quelle parole perché loro stanno proteggendo i fascisti, e perché un giorno potrei trovarmi fucile in mano a lottare contro questi individui”.
Matteo Renzi, ospite in studio su Canale 5, ha affermato: “Che schifo, una professoressa che augura la morte ai poliziotti andrebbe licenziata su due piedi. Torino è una realtà in cui ci sono molti centri sociali che, come dice il senatore Stefano Esposito del mio partito, andrebbero chiusi”. Attendiamo sviluppi.
Alberto Palladino
https://www.youtube.com/watch?v=yVJStMJ_cro

La tua mail per essere sempre aggiornato

12 Commenti

  1. A parte che era ubriaca, questo sacco di merda ha anche un nome ed un cognome? Inoltre, sarebbe possibile sapere anche in quale scuola esercita?

  2. questa e´la dimostrazione pratica di come la sinistra dal lontano 1817, con l´usoi della violenza vuole ottenere il potere assoluto sulle mase, in linea con gli ISLAICI che lo fanno da secoli,popolo libero ITALIANO abbaire la forza ed il coraggio di impedire questa vigliaccata comunista, diversamenet schiavi sare voie le vostre generazioni

  3. Non bastano le parole Renzi !!
    QUESTA MALATA DI MENTE VA CURATA SE POSSIBILE E NON MESSA (NON SÌ SA COME) AD INSEGNARE !

  4. Ma con un reato come l’offesa a pubblico ufficiale(anzi a piu’ di uno) lo stato non fà niente a questa delinquente???

  5. Claudia è la mamma di un alunno dell’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci di Torino, la stessa scuola della maestra che la sera del corteo antifascista contro CasaPound urlava ai poliziotti «vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire».
    «Mio figlio è alle medie — racconta Claudia — e sentiva le urla arrivare dal piano delle elementari, di sotto, dove c’era lei. Gridava sempre e i bambini erano terrorizzati, finché un papà si è arrabbiato e allora finalmente l’hanno tolta dalla seconda B e adesso non so bene che cosa faccia…».
    Fa ore di compresenza in una quinta classe, Lavinia Flavia Cassaro, la maestra che Matteo Renzi vorrebbe «licenziata su due piedi» dopo aver visto il servizio mandato in onda da Matrix domenica sera. In quel servizio lei, classe 1980, non soltanto augurava la morte agli agenti ma alle obiezioni del giornalista che le ricordava con disappunto il suo ruolo da insegnante e le diceva «è triste augurare a qualcuno di morire» ha risposto che «è triste sì, ma non è sbagliato, perché loro stanno proteggendo i fascisti e un giorno potrei trovarmi fucile in mano a combattere contro questi individui».
    Da un articolo del Corriere della Sera che vale la pena di essere letto per intero perchè traspare che la nervosetta cuor di leone dal fucile facile (boom!) sia manesca………………. con i bambini:
    http://www.corriere.it/video-articoli/2018/02/27/prof-torinese-poliziotti-maledetti-dovete-morire/8bc8d9a6-1bad-11e8-812e-cc191dd87fa8.shtml

  6. I comunisti cosa hanno fatto per quanto riguarda la Pubblica Istruzione?… Hanno ammazzato, nel modo più vile, Giovanni GENTILE. Al suo assassino, certo Fanciullacci, sono state dedicate strade e luoghi. Non contenti, appena hanno potuto, hanno abolito la riforma Gentiliana della scuola, autentico baluardo contro la somaraggine. E da lì il crescendo esponenziale. La diga è rotta!… Nel primo dopoguerra, per poter dare un posticino pubblico in Comune, ( uscieri, bidelli, etc.), a ex partigiani con le mani sporche di sangue, ma che non sapevano fare una “O” col bicchiere, visto che per occupare tali posti ci voleva, allora, per legge, la licenza elementare,si sono inventati la licenza elementare del sindacato. Scuola serale, quando andava bene frequentata dormendo, e diplomino garantito. In seguito, per garantire l’ avanzamento di carriera ai suddetti tizi della “O” col bicchiere, ecco apparire la licenza media del sindacato. Stesso iter, e il somaro di grado è avanzato. Da qui alla maturità del sindacato, il passo è stato molto breve. Si sono addirittura inventati titoli ad hoc, come, ad esempio; “dirigente di comunità”. Un titolo che non si sa’ a che cosa serva, ma che, legalmente, vale come un buon ragioniere, geometra, etc.. Volete che i comunisti rinunciassero alla “vetta”? Figuriamoci! Ecco a voi la laurea del sindacato! Ed e tutto un fottio di “lauree brevi”, “diplomi universitari” e titoli ad hoc per i commissari politici degli anni 2000! I comunisti odiano la vera cultura! Non potendosene appropriare, la storpiano! L’ odio per il vero dottore ha finalmente trovato il suo sbocco! Non potendolo eliminare, (da chi vai, se stai male? Dal salumiere?), lo hanno colpito d’ interdetto: la trovata può fare onore ad un giureconsulto, parafrasando il Manzoni. “Non lo possiamo eliminare?… Allora, svalutiamolo!Ecco la nuova utopia: quella del: “tutti dottori”! Perché, quando tutti saranno dottori, alla fine, nessuno lo è!” (Potrebbe essere il succo del pensiero fondante di “liberi& uguali”!) . I titolari di queste ” mezze lauree”, il più delle volte emeriti ciuchi, sono di solito messi, ad esempio, negli ospedali, in appositi uffici atti a controllare e a rompere le palle ai veri laureati. Quelli, per intenderci, che in sala operatoria si fanno il mazzo per garantire il flusso costante ed ordinato di interventi chirurgici. “Dottore… Il mese scorso Lei ha effettuato 18 interventi… Questo mese soli 15… Come mai???…” Ci meravigliamo quindi quando appaiono sotto i riflettori certi docenti? Sono come gli scarafaggi! Quando ne vedi uno o due, per la gente comune sono uno o due, ma l’ esperto sa che l’ edificio è infestato!….. Proprio per questo che gli americani, da quando è caduto il muro, proteggono e tutelano il comunismo in Italia.(PCI, PDS, DS, PD… Miguel son semper mi!). Sono i soli che possono garantire ai vincitori dell’ ultima guerra un paese prono, indebitato, bisognoso e dipendente da loro. Senza alcuna possibilità di riscatto.

  7. …..questa di ideologia non sa e non capisce una mazza…. è solo una povera scema che sfoga le sue repressa voglie..

  8. LICENZIATA, CONDANNATA,INCARCERATA.
    Questa è la mia pagella per la prof. comunista.
    Questi sono i danni dell’ingerenza rossa nella nostra SQUOLA.

Commenta