Roma, 17 set – Sono tornati i tempi “belli” per la sinistra, quelli delle navi militari italiane che gironzolavano per il Mediterraneo a caccia di immigrati da far sbarcare in Italia. Stanotte è accaduto un fatto piuttosto preoccupante: la Ong Alarm Phone, organizzazione che individua in tempo reale i barconi da salvare, ieri sera ha segnalato alle autorità maltesi la posizione Gps di un’imbarcazione alla deriva che si trovava a poche miglia di distanza dalle coste libiche nella zona Sar (ricerca e soccorso) maltese. Come riporta la stessa Alarm Phone su Twitter, alle 21.56 le autorità maltesi sono intervenute: “Quando abbiamo ricevuto la posizione Gps l’abbiamo inviata alle autorità maltesi che, alle 21.56h, hanno confermato di aver lanciato un areo di ricognizione”.

“Mandate le navi della Guardia costiera italiana!”

Alle 23.35 come riporta Alarm Phone le autorità maltesi, trattandosi di zona di loro competenza, lanciano l’operazione di salvataggio. Due ore dopo però, precisamente alle 1.13, la Ong annuncia in un tweet di aver chiesto anche l’intervento italiano: “La situazione a bordo sta peggiorando e la barca è a rischio di #naufragio! Abbiamo anche informato la Guardia costiera italiana, visto che la barca è molto più vicina all’#Italia che a #Malta. Non c’è tempo da perdere: urge salvataggio immediato delle 90 persone a bordo!”. La barca partita da Zuara in Libia come si vede in questa foto (guardare il cerchietto bianco) è molto più vicina alla Libia, alla Tunisia e si trova nella zona Sar maltese! Altro che “più vicina all’Italia” come dice l’Ong. 

La foto pubblicata da Alarm Phone

Agli ordini delle Ong

Dunque l’Ong “ordina” alla Guardia costiera italiana di intervenire e il ministro dei Trasporti Paola Demicheli obbedisce. Come riporta Alarm Phone, alle 4.40 la Guardia costiera italiana completa il salvataggio:La barca con circa 90 persone a bordo è stata soccorsa! Dopo che abbiamo allertato le autorità #Maltesi e Italiane, la Guardia costiera italiana ha mandato due barche per il salvataggio, che è andato a buon fine e confermato alle 4.40. Benvenuti in #Europa!”. Dunque delle navi militari hanno recuperato 90 immigrati a poche miglia dalla Libia, in zona di Ricerca e recupero di competenza maltese e molto probabilmente li porteranno in Italia. Benvenuto governo giallofucsia. 

Davide Di Stefano

6 Commenti

  1. chissà… i maltesi hanno capito che è ricominciata la pacchia quindi si sono detti: buoni si, cretini no… sono tutti vostri, italioti…

  2. Che Dio vi fulmini! !! Avete rotto er ka77o voi i clandestini e sto pezzo de merda de presidente (??)della.repubblica di pulcinella. Le ong fanno proclami per elemosinare barche per i recuperi ,ma noi che vogliamo difendere i nostri confini e la nostra identità non possiamo fare una colletta per un’incrociatore? Così con un paio di giorni gli facciamo passare le fantasie? Sinistrati di merda

  3. Poche parole….. Auguro alla ministra che qualcuno di quei signorini neri incontra sua sorella e le daranno una buona notizia.

  4. Mandiamo ha recuperarli una nave da crociera. Le barchette del ONG sono piccoline. E portiamolo tutti da Roma in giù e apriamo di nuovo i lager. Luogo di spaccio e dove fare affari illeciti.

Commenta