Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 apr – Mattarella chiude il secondo giro di consultazioni avvisando le forze politiche del Paese che entro pochi giorni in assenza di accordi deciderà lui per tutti.
“Emerge con evidenza che il confronto tra i partiti politici per dar vita a una maggioranza non ha fatto progressi. Ho fatto presente alla varie forze politiche la necessità per il nostro Paese di avere un governo nella pienezza delle proprie funzioni: le attese dei cittadini, i contrasti nel commercio internazionale, le scadenze importanti e imminenti nella Ue e l’acuirsi delle tensioni internazionali in zone non lontane dall’Europa richiedono con urgenza che si sviluppi e si concluda positivamente un confronto tra i partiti”. Così il presidente della Repubblica al termine del secondo giro di consultazioni al Quirinale.

“Attenderò alcuni giorni, trascorsi i quali – avverte Mattarella – valuterò in che modo procedere per uscire dallo stallo che si registra“.
Ultima chiamata per i partiti, dunque. Perché il tempo stringe e non c’è spazio per un terzo giro di consultazioni (peraltro inutile, visto il muro contro muro Berlusconi-Di Maio e il Pd che si è tirato fuori). Inoltre, dalle parole del capo dello Stato emerge chiaramente che ci vuole un governo che governi, che duri nel tempo.
In mattinata sia il presidente della Camera Fico che la presidente del Senato Casellati avevano lasciato il Colle in silenzio.
L’unico a parlare era stato Napolitano, che si era limitato a dire: “Come rappresentanti istituzionali siamo tutti accanto al presidente Mattarella nella ricerca di soluzioni. Il suo è un compito estremamente difficile”.
Adolfo Spezzaferro



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. con oggi sono tre giorni che avete censurato la mia risposta in merito a questo articolo,
    e non pubblicate nemmeno la mia richiesta di chiarimento
    di ieri.
    ergo,
    non siete veri giornalisti,bensì solo un altro dei tanti siti di propaganda.
    bene…il sito è vostro e
    fate come vi pare,ma ricordate:
    la rete NON è la tv e nemmeno l’equivalente digitale di un giornale,
    e gli utenti che frequentano questo media
    NON gradiscono esternazioni senza contradditorio.
    per cui se volere avere un pò di autorevolezza…
    e quindi di seguito,
    se volete essere consultati quando si cercano informazioni,
    dovete permettere alle persone di esprimersi in merito….con tutti i pro e i contro che ne conseguono.
    per quanto mi riguarda,credo che da ora in avanti andrò da qualche altra parte a informarmi:
    se volete evitare di dare voce anche a chi vi legge vuol dire che non avete abbastanza palle per avere il coraggio di fare informazione vera,quindi non vale la pena venire qui.
    buona giornata.

Commenta