Roma, 29 set – Tutto è pronto, e sono pronti anche i partigiani, per il confronto di questa sera nella sede di CasaPound Italia in via Napoleone III a Roma, tra Enrico Mentana e Simone di Stefano, vicepresidente del movimento. All’esterno degli studi di La7 sono apparsi striscioni di insulti nei confronti del giornalista, reo di aver accettato l’invito di CPI e di aver criticato il ddl Fiano sulla propaganda fascista.

“Mentana coglione, il fascismo non è un’opinione” è il messaggio che i “partigiani della metropoli” hanno scritto su uno striscione affisso in via Novaro a Roma, sede della redazione romana del tg che Mentana dirige.

La giornalista Flavia Fratello, che lavora a La 7 ha fotografato lo striscione e ha scritto un post su facebook per denunciare l’accaduto, specificando che la Digos è intervenuta per rimuovere lo striscione, che è riconducibile al gruppo Militant con la sigla “achtung banditen”. La Fratello, commentando il confronto di questa sera tra Di Stefano e Mentana, scrive: “a questi signori non sta bene, e per esprimere il loro dissenso non hanno trovato di meglio che offendere. Segno di pochezza intellettuale, di scarsità di argomenti, ma non solo. Impedire il confronto significa mettersi allo stesso livello di chi si vuole contrastare. Non è certo una novità, basta saperlo”.

Nessun commento, invece, sulla pagina facebook del diretto interessato. Per sapere quello che pensa Mentana dello striscione e della paura del confronto, bisognerà aspettare questa sera quando in via Napoleone III a Roma qualcuno gli chiederà un commento sui fatti di questa mattina.

 

 

Commenti

commenti

5 Commenti

  1. “ACHTUNG BANDITEN” fantastico,con questi signori qui Zelig avrà sempre materia prima.

    peccato aver rimosso il banner,mi sa che questi “partigiani metropolitani” dovranno chiedere un anticipo della paghetta a mamy e papy per attaccarne un altro…

  2. …forse no vi siete accorti che nel. ”commento” della Fratello vi è un insulto diretto alla controparte..:”  Impedire il confronto significa mettersi allo stesso livello di chi si vuole contrastare…” State attenti alle frasi nel loro senso compiuto..

  3. DOMANDA. Mi sapete dire perché c’è un ritorno alla storia??? …..[FASCISMO]forse perché i governi che sono esistiti e che esistono sono inetti forse perché hanno truffato il popolo forse perché si sono arricchiti sulle nostre fatiche forse perché ….avete reso fallimentare la nazione più bella del mondo……

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here