Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 23 feb – Ancora un caso di giustizia troppo giusta nei confronti degli immigrati. E’ il caso di un africano che prese a sprangate un uomo di 31 anni che aspettava il tram la sera del 23 gennaio dello scorso anno a Milano: per il giudice era incapace di intendere e volere, pertanto sarà assolto da tutte le accuse.

Si tratta del camerunense di 32 anni Frankline Njuakeh, che quel giorno si è accanito senza alcun motivo contro un serbo mai visto prima. L’africano, dopo esser sceso dal tram ha iniziato a dare in escandescenze, prima prendendo a calci un bidone della spazzatura, poi tentando di sradicare da terra un palo di legno.

Poi, l’immigrato è riuscito a procurarsi un’arma, infatti dietro un’edicola si è procurato una spranga di ferro, e con questa ha aggredito all’improvviso il 31enne che attendeva l’arrivo del mezzo pubblico all’angolo tra viale Sabotino e via Ripamonti.

Il serbo, sorpreso alle spalle, è stato colpito alla testa più volte, prima di essere lasciato a terra in un lago di sangue.

Portato d’urgenza in ospedale, è stato sottoposto ad alcuni delicati interventi chirurgici. Ciò nonostante, la vittima ha subìto la perdita dell’udito all’orecchio destro ed ha visto compromessa la mobilità del braccio destro oltre che del senso del gusto.

Ora una perizia psichiatrica richiesta dal pm Isabella Samek Lodovici e fornita dai medici del carcere di San Vittore ha cancellato ogni accusa ai danni dell’africano. Il Gup Manuela Cannavale lo ha infatti assolto proprio a seguito della sopra citata perizia.

Per tre anni quindi Njuakeh sarà ricoverato in una Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems), che soppianta gli ex ospedali giudiziari psichiatrici.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Benissimo,la giustizia trionfa…….da domani sprangate a volontà……… ovviamente l’africano si farà 3 anni di cura a spese dello stato italiano…….. cioè a spese nostre……… ringraziamo gli ipocriti immigrazionisti piddini……….roba da matti………come si diceva un tempo.

  2. Per me e cretino .
    Chi poi il genitore 1
    E chi e il genitore 2
    Come si stabiliscono i ruoli
    Non capisco questa innovazione ,forse per i Gay.

Commenta