Ragusa, 7 giu – E’ diretto a Pozzallo il rimorchiatore italiano Asso 25, con a bordo 62 immigrati soccorsi nel pomeriggio di ieri in acque Sar maltesi. L’imbarcazione inizialmente aveva fatto rotta verso Lampedusa, come segnalato da Alarm Phone, il servizio di linea telefonica d’allarme per persone in difficoltà in mare. Ma nella notte vi è stata la scelta di farlo dirigere verso il porto ragusano. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, secondo quanto si apprende, è stato informato e non avrebbe frapposto ostacoli. La Capitaneria di porto di Pozzallo è stata allertata per l’arrivo della nave, previsto dopo le 14.

“Autorità maltesi hanno ignorato le richieste di soccorso”

Secondo la prima ricostruzione fatta proprio da Alarm Phone, gli immigrati avrebbero trascorso una notte alla deriva senza ricevere sostegno o assistenza da Malta. Solo dopo ore la nave italiana avrebbe proceduto con le operazioni di soccorso e recupero. Resta quindi da chiarire la posizione e la versione di Malta. Le prime richieste di soccorso da parte delle persone a bordo del barcone sarebbero state lanciate quando la loro imbarcazione si trovava nel quadro di competenza maltese.

Ludovica Colli

3 Commenti

  1. I maltesi hanno fatto bene! La nave cargo italiana ha rotto il.ca77o non mi sembra la prima volta che fa questi recuperi da radiotaxi. Questi partono e appena sanno che qualcuno è lì vicino bucano i gommone buttano i satellitari . Mettetevi davanti la Sar libica e tutti quelli che trovate portateli in Tunisia porto sicuro e non in italia.vedi poi come cambiano rotta. Magari si affogano tutti.

Commenta