Roma, 26 ott – Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, accusati dell’omicidio di Luca Sacchi, hanno deciso di non rispondere al gip.

I due ventunenni ai quali vengono contestati il concorso in omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi, hanno preferito non rispondere alle domande del Gip nel corso dell’interrogatorio di convalida del fermo nel carcere di Regina Coeli.

L’avvocato Alessandro Marcucci, difensore di Valerio Del Grosso, al termine dell’interrogatorio di convalida del fermo nel carcere di Regina Coeli riferisce i sentimenti del suo assistito: “Ha chiesto scusa per quello che è successo. Non voleva uccidere nessuno”. Spiega il difensore che Del Grosso “si è avvalso della facoltà di non rispondere e  rimandiamo a un’altra occasione il confronto con i magistrati. E’ molto provato e dispiaciuto per quello che è successo“.

Secondo una delle ipotesi investigative, che gli inquirenti stanno vagliando, Luca e la sua fidanzata Anastasia, quella sera avrebbero voluto acquistare della droga. Per questo, avrebbero mostrato ai due delinquenti i soldi per comprarla. A quel punto, i due sospettati, arrestati dai carabinieri nella notte, avrebbero finto di andare a recuperare la droga in auto, ma sarebbero tornati armati, con l’intenzione di rapinare i ragazzi.

Trasferiti a Regina Coeli

I due sono stati rintracciati dopo la denuncia dei genitori di uno di loro, allarmati dalla scomparsa del figlio. Si tratta di Valerio Del Grosso e Paolo Pirini, due 21 enni romani. I due ragazzi, uno con precedenti per droga, sono stati interrogati dagli investigatori per diverse ore. Attualmente sono in stato di fermo e sono stati trasferiti nel carcere di Regina Coeli.

14 Commenti

  1. “si scusa, non voleva uccidere…gli ha sparato solo in testa, chiede scusa…” come se gli avesse versato solo del tè sul vestito…”scusi è.. non volevo”..Siamo alle solite comiche…va a finire che la magistratura gli dà anche una medaglietta..tra l’entusiasmo dei comu- radical-chic…”era un sovranista..”

    • si ma la stronza della fidanzata dovrebbe andare dritta in galera!!!! dalle bugie che ha detto e io da normale cittadino qualunque me ne sono accorto dal primo istante!!! ma ci vuole sherlok holmes per capire che due si partono dall’altra parte di roma per rapinare uno zainetto di merda. purtoppo come accenno’ gabrielli non si tratta di fidanzato e fidanzata rapinata ma si tratta diu due probabili spacciatori di droga.che sellanno pigliata bngulo

  2. eccerto,non voleva uccidere…
    va a fere una rapina con un’arma in tasca…
    con il colpo in canna,
    e spara alla testa…
    eh,ma lui non voleva uccidere,eh?

    mappork…
    in un paese normale,
    questo sarebbe un omicidio premeditato aggravato.
    perchè è andato a fare una rapina portandosi dietro un’arma
    e quindi accettando la possibilità di usarla:
    se questo fosse uno stato serio e non la squallida parodia
    che è diventato dovrebbe beccarsi un ergastolo ostativo.
    e non mi si venga a dire che è stato abolito…
    non vedo l’ora che vada su un politico serio
    e che lo rimetta NON solo per i reati di mafia,ma per tutti gli
    omicidi che comportino una premeditazione:
    portarsi dietro un’arma (anche un coltello,non solo una pistola)
    equivale ad aver premeditato un omicidio,a meno che non venga usato
    per difendersi da aggrediti.

    e gia che ci siamo,io metterei un’aggravante pesante su tutti i crimini compiuti sotto
    l’influenza di droghe e alcolici:
    lo sai PRIMA di bere e di drogarti che quelle sostanze ledono il tuo autocontrollo…
    quindi TUTTI, i reati che compi sotto la loro influenza DEVONO essere aggravati,almeno del 50
    per cento.
    e carcere rieducativo solo per gli incensurati:
    per i pregiudicati di qualsiasi reato siano,la rieducazione non funziona:quindi
    DEVE ESSERE PUNITIVO:
    un bella cella di 6mq per uno,niente tv,niente ora d’aria,niente permessi premio,
    niente pacchi dall’esterno…
    solo libri,cibo consegnato sotto la porta della cella e se vogliono far ginnastica la fanno sul pavimento…
    così costano molto meno…
    e possiamo finalmente ricominciare a punire efficacemente il crimine:
    e poi vediamo se non vanno via tutti quanti come avessero ingoiato un palo…
    non come adesso,che ci sono pluripregiudati in libertà che continuano a delinquere,mentre
    si vantano dei loro “trascorsi in villeggiatura”

    • Si continua a “discutere” , (NEGARE!!! n.d.r.), il SACROSANTO DIRITTO .alla LEGITTIMA DIFESA , per un motivo semplicissimo, LAPALLISSIANO: per i nostri “beneamati” SGOVERNANTI, Gli Italiani e meglio se SCOMPAIONO. E questo è un mezzo come un altro. (In aggiunta ai TANTI ALTRI!!! n.d.r.).

  3. Certo che ormai viviamo in una realtà dove il primo bullo/teppista gira con un coltello, ed è disposto ad usarlo per uccidere, dove il primo delinquente/spacciatore da quattro soldi ha una pistola e spara per uccidere, mentre si continua a discutere sul diritto sacrosanto alla legittima difesa dei cittadini comuni…
    Ma mi voglio focalizzare un attimo sul caso Roma, che certo non sarà gotham city, ma nemmeno è una degna capitale politica e religiosa, oltre che una realtà degna della sua storia unica, mi sembra … allo sfascio amministrativo che perdura da anni, decenni direi, si è aggiunta una vera emergenza sicurezza, testimoniata da fatti, oltre quest’ultimo, quali il govane a cui hanno sparato ed è finito su una sedia a rotelle, in quanto ritenuto coinvolto in una banale rissa erroneamente, il capo ultrà assassinato con metodi mafiosi in un parco, i casamonica e gli spada , mafia capitale, ecc..
    Ora certo che servono poteri e mezzi eccezionali, ma non per una classe politica incapace. Servirebbe un commissario governativo per non pochi anni, con poteri ad hoc , da individuarsi possibilmente in un alto ufficiale delle forze armate, visto che sono dei professionisti, con esperienza acquisita anche sul campo in missioni all’estero in realtà delicate. Oltre che gestire amministrativamente la città, dovrebbe essere il responsabile ultimo della sicurezza, con il comando ed il coordinamento di tutte le forze dell’ordine presenti, ed il rinforzo di almeno 500 soldati scelti.

  4. lA SROTRONZA DELLA FIDANZATA DI SICURO TOSSICA E’ STATA LA CAUSA DI TUTTO anche se al 100 x 100 si conoscevano tutti quanti, cosa significa ??? non si drogava e faceva l’istruttoredi arti marziali?? sai quanti ce ne sono nel quartiere che non si sono mai drogati non fumano e non bevono ma spacciano droga. A chi la volete fare credere che la ragazza doveva comperare droga e il ragazzo non ne sapesse niente.majatevennnneafan ulo!

  5. Cosa significa?… Che colui che “non voleva uccidere” , ma ha SOLO! SPARATO in TESTA ad un UOMO disarmato, meriti l’ INDULTO? Magari un riconoscimento? Le CHIAVI della CITTA?….. Dovrebbero essere gli ASSASSINI, i DELINQUENTI, (e coloro che trovano loro ogni scusante, n.d.r.) a doversene “anna’ffanculo” e poi in GALERA! Ma galera VERA!!!

  6. Io non so se la fidanzata si drogasse oppure no. Se era “stronza” oppure no. Io non la conoscevo. Il commentatore “d” , evidentemente, la conosceva bene per poter permettersi di proferire, e SCRIVERE! affermazioni così FORTI & OFFENSIVE…?… Sta’ di fatto che un uomo è stato ucciso. E non certo per per un involontario, casuale incidente. Polizie, prefetture e magistrature che disarmano per un nonnulla, al primo insulso e strumentale PRETESTO, tutti gli onesti cittadini che possono, poi lasciano circolare ARMATI simili BALORDI!… E poi, magari, si cerca pure il modo di infangare la vittima e di trovare tutte le possibili, improbabili ed immaginabili SCUSANTI all’ ASSASSINO/I ! Tanto, ho sentito PURE! dire: “Era un SOVRANISTA”…..

  7. Massimo rispetto per la vittima, ma sentir dire in tutte le tv …. faceva palestra non si drogava non fumava le analisi erano perfette ,sai quante persone a roma spacciano e non si drogano e insegnano ai loro figli a stare lontani dalla droga.Adesso non lo so’ se fosse uno che ne faceva uso oppure la spacciasse , di fatto mi risulta molto difficile credere che la biondina che ha raccontato una marea di bugie andasse ad un incontro con gli spacciatori per aquistare droga e il povero fidanzato non ne sapesse nulla. Diciamo le cose come stanno invece di fare sempre i buonisti!

    • ci sono le intercettazioni che dicono che la ragazza nei giorni precedenti avesse piu’ volte contattato l’gliassassini

  8. aNCHE CUCCHI ERA UNO SPACCIATORE DI MORTE MA ALLA FINE LO HANNO SANTIFICATO ,SENZA NULLA TOGLIERE che chi lo ha picchiato deve avere la giusta condanna, ma ricordiamoci sempre che il ragioniere cucchi era uno spacciatore di droga .e che ne sappiamo se qualcuno sia anche morto aquistando la merce da lui.

Commenta