Roma, 30 ago – “Se si è arrivati a un accordo col Pd credo sia anche grazie a Luigi. E quindi lo ringrazio davvero per avere intrapreso finalmente una strada che gli consigliavo da tanto tempo”. E’ quanto dichiarato da Don Peppino Gambardella all‘Andkronos. Don Peppino è un prete “rosso”, di quelli per capirsi che partecipano volentieri alle iniziative promosse dalla sinistra. La sua vicinanza al segretario della Cgil, Maurizio Landini, è ad esempio cosa nota. Al contempo è però anche il padre spirituale del leader (sempre che lo sia ancora) del M5S, Luigi Di Maio.

I consigli di un parroco

“Luigi sa bene che questa strada gliela consigliavo da tanto tempo. Glielo ho detto varie volte di allearsi col Pd quindi sono contento che la cosa abbia preso questa piega”, ha poi specificato il parroco che non esita a dire la sua sul Conte bis, mostrando di apprezzarlo e non poco. Anzi, a suo dire è proprio quanto da lui auspicato e dunque suggerito a Di Maio da molto tempo. Don Peppino adesso dà però anche altri consigli al leader pentastellato: “Gli direi di tenere un tono e un comportamento alti, che mostri all’Italia che lui non è legato alla poltrona e che vuole fare solo il bene del movimento di cui è capo e soprattutto lavorare per il bene del Paese. E’ chiamato a dare il suo contributo per il bene comune. Mi piace dunque immaginare la sua figura come guida per il movimento e che – a chi guarda a lui in questo momento – dia l’impressione di cercare disinteressatamente il bene del Paese”.

Contro Salvini

Tutte questi bei consigli, Don Peppino, vorrebbe comunque darli personalmente a Di Maio: “Avrei tanto desiderio di parlare a lungo con Luigi ma a Pomigliano è da un po’ che manca. De resto la situazione è così frenetica e compressa che non ha trovato il tempo di tornare a casa, ma quando la situazione sarà più definita e tranquilla, vorrei vederlo per un faccia a faccia“. Nel frattempo Don Peppino però si gode il nuovo corso intrapreso dal suo adorato Luigi, e non esita a mostrarsi raggiante per la fine del rapporto di governo con il leader della Lega: “Contento che Salvini andrà all’opposizione? Felice!”.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Compagno sacerdote che sposi l’invertito attento prima o poi a non lasciarci un dito .
    Le fiamme dell’inferno 😈😈😈
    non son così lontane , potresti abbruciacchiarci un pochino le sottane …
    e lai la , e lai la ,e lai la la la la .

  2. Mia moglie mi chiede perché da Cattolico NON vado più in chiesa da decenni …. ecco un OTTIMO motivo !

Commenta