Napoli, 21 ott — “Sono per raddoppiare i prezzi sui tamponi”. Così, come se nulla fosse, il governatore della Campania Vincenzo De Luca la spara altissima, in un Paese in cui il Green Pass obbligatorio ha messo alle strette milioni di lavoratori e di cittadini, e ad un livello mai raggiunto da nessun altro, Francia inclusa.



De Luca e il prezzo dei tamponi

Come riporta Adnkronos, De Luca così si è espresso sul prezzo dei tamponi:”Io sono per raddoppiare il prezzo dei tamponi, non per darli gratis”. Una frase talmente grottesca da apparire quasi come una provocazione. Il contesto è quello del convegno sulla coesione territoriale organizzato da Confindustria a Napoli, il che ne suggerisce purtroppo serietà. De Luca ha poi aggiunto: “Lo Stato ti dà la vaccinazione gratuita e se non vuoi vaccinarti, il diritto di andare a contagiare i tuoi compagni di lavoro e i bambini a scuola non ti è concesso dalla Costituzione”.

Non si capisce bene cosa si contagi e in quale gravità, dal momento che il vaccino è propagandato da mesi come un rimedio utile non tanto per non contrarre il virus, ma per eliminarne quasi totalmente gli effetti potenzialmente letali.

L’odio per i No Green Pass

Dallo stesso intervento, ecco altre perle pronunciate da De Luca: “I no Green pass sono un altro fenomeno tutto italiano. Ormai vanno in giro per l’Italia, è diventata non un’attività di protesta sanitaria ma un’attività sportiva, c’è chi va a fare footing e c’è chi va a fare il picnic a Trieste”. E infine: “Abbiamo sentito una quantità di bestialità, lo stato di diritto, lo stato di eccezione, le scemenze”. Qualcuno potrebbe spiegare al governatore quanto anche il Green Pass obbligatorio per ogni attività sia un fenomeno tutto italiano. Ma temiamo che non capirebbe.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Piaccia o meno Salerno sono io.
    Non mi meraviglia.
    Raddoppiamo il prezzo dei tamponi.
    Non mi meraviglia più.
    Mi meravigliano gli applausi.

Commenta