Londra, 23 lug – Come ampiamente previsto, Boris Johnson è il nuovo leader dei Tory. Da domani sarà anche alla guida del governo britannico. Ex sindaco di Londra ed ex ministro degli Esteri, Johnson, 55 anni, è uno dei più accaniti sostenitori della Brexit. Ha stravinto la sfida col suo successore al Foreign Office, il 52enne Jeremy Hunt, ottenendo oltre 90mila voti contro gli oltre 40mila del suo rivale nel ballottaggio affidato ai 160mila iscritti del Partito Conservatore britannico.

Domani la convocazione a Buckingham Palace

Il nuovo leader dei Tory assumerà da domani anche la guida del governo, dopo che Theresa May avrà formalizzato le sue dimissioni da premier nelle mani della Regina. La convocazione a Buckingham Palace per ricevere da Elisabetta II l’incarico di formare un nuovo esecutivo è prevista nel pomeriggio di domani e a seguire Johnson entrerà a Downing Street. Secondo il sistema britannico, non è previsto un voto di fiducia, salvo che a chiederlo sia il leader dell’opposizione, attualmente il laburista Jeremy Corbyn. In ogni caso, se ne parlerebbe dopo la pausa estiva del Parlamento, visto che Westminster chiuderà i battenti giovedì 25 per riaprirli il 3 settembre.

“Realizzare la Brexit, riunire il Paese e sconfiggere Corbyn”


“E’ arrivato il momento di realizzare la Brexit, riunire il Paese e sconfiggere Jeremy Corbyn”. In inglese, i verbi usati sono “deliver, unite and defeat” (realizzare, riunire, sconfiggere), coniando così un nuovo acronimo “Dud”. Aggiungendo alle tre priorità anche “energise”, (stimolare), ha scherzato Johnson, ne esce l’acronimo “Dude”, che come sostantivo, è usato per dire “amico”, o “tipo”. Johnson, nel discorso dopo la sua elezione, ha poi ringraziato la May e renso omaggio al rivale Hunt. Poi ha fatto autoironia sulla sua vittoria: “So che ci sarà chi contesterà la saggezza della vostra decisione“, ha detto rivolgendosi ai sostenitori del Partito Conservatore che lo hanno scelto a larga maggioranza.

Trump: “Sarà un grande”

Donald Trump è stato tra i primissimi leader stranieri a congratularsi con Johnson. “Congratulazioni a Boris Johnson per essere diventato il nuovo primo ministro del Regno Unito. Sarà un grande!“, ha scritto in un tweet il presidente Usa. Congratulazioni anche dal presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, oggi a Malta. Il presidente “intende lavorare con il nuovo primo ministro” britannico “nella migliore maniera possibile”, afferma la viceportavoce capo della Commissione Natasha Bertaud, a Bruxelles.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here