Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 mag – Un romeno senza fissa dimora è stato arrestato a Roma per aver  stuprato e ferito  gravemente una donna polacca.

In pieno centro a Roma

La terribile storia di violenza è avvenuta in via delle Fornaci, a Roma, presso  uno stabile abbandonato, circa tre giorni fa. Vittima, una donna senza fissa dimora, di orgine polacca, di circa cinquanta anni. La donna sarebbe stata attaccata dal rumeno proprio nell’androne del palazzo, e avrebbe opposto subito resistenza. Ciò non ha affatto fatto demordere l’uomo, che anzi l’ha colpita numerose volte con un tubo metallico, cercando di farle perdere i sensi: quando anche ciò non è servito, l’ha ferita con un coltello. Dopo, avrebbe iniziato a stuprarla. I medici del pronto soccorso hanno dato alla donna quindici giorni di prognosi.

Processato per direttissima

La polacca, nonostante le lesioni e lo choc, non ha esitato a denunciare le violenze ed è stata in grado di descrivere il suo brutale aggressore nei minimi particolari: in tale modo, le forze dell’ordine sono riuscite a mettersi sulle sue tracce, per poi riuscire ad arrestarlo praticamente seduta stante nei pressi della stazione San Pietro. Una volta in caserma, l’uomo è stato riconosciuto senza alcun dubbio dalla sua vittima: anche in caserma, l’uomo risultava essere ancora in possesso della spranga di metallo utilizzata per stordire la povera donna e anche del coltello usato per ferirla. L’uomo sarà processato per direttissima.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta