Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 mar – Una fiumana di giovani è passata oggi nel centro di Roma. Partiti dalla Piramide Cestia per arrivare sotto alla sede del Miur, circa mille studenti hanno manifestato con il Blocco Studentesco per protestare contro la riforma dell’esame di maturità e l’immobilismo della consulta studentesca della Capitale.

“Abbiamo deciso di supportare le legittime rivendicazioni degli studenti che hanno manifestato questa mattina, perché riteniamo la nuova riforma dell’esame di maturità affrettata e rivedibile. In particolare, tramite l’abolizione della cosiddetta tesina si riduce lo studio a puro nozionismo accantonando le capacità individuali dello studente.” Così Marco Ciurleo, responsabile romano del Blocco Studentesco, ha spiegato le ragioni della protesta.

“Oltretutto – ha dichiarato Ciurleo – pur condividendo le migliorie apportate all’alternanza scuola-lavoro, attendiamo che i fondi tagliati a questi progetto siano reinvestiti per risolvere l’annoso problema dell’edilizia scolastica, tematica che il ministro Bussetti aveva dichiarato prioritaria ma di cui aspettiamo ancora gli interventi concreti”.

Una delegazione di studenti è stata ricevuta dai funzionari del Ministero dell’Istruzione. Durante l’incontro sono state date rassicurazioni riguardo l’esame di stato, principale causa della protesta odierna, garantendo particolare attenzione alle tracce di questo anno zero della riforma. “Ci muoveremo per avere al più presto un incontro con il Ministro – ha detto Ciurleo – per poter discutere di edilizia scolastica, alternanza scuola-lavoro, rappresentanza studentesca e del nuovo esame di stato. Riteniamo dunque che la voce degli studenti debba ancora essere ascoltata in quanto troppe domande restano senza risposte”.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta