Roma, 22 mag – Il governo giallo-verde, posto che nasca con i presupposti auspicati da Lega e 5 Stelle e posto che Mattarella dia l’ok al professor Giuseppe Conte come premier, in ogni caso non piace all’Ue e non piace ai mercati. Oggi l’ennesima ingerenza nella politica italiana. Il commissario Ue per il Commercio, Cecilia Malmstrom, ha dichiarato che in tema di commercio l’agenda politica di quello che potrebbe essere a breve il prossimo governo italiano contiene “cose preoccupanti”. Malmstrom è rimasta sul vago, anche perché “il governo non è ancora stato ufficializzato”, però ha lanciato un allarme generico. Questo perché sui trattati di libero scambio sia il Movimento 5 Stelle sia la Lega hanno sempre espresso una linea critica.
Vada a lavorare, la Malmstrom, vada a lavorare“. Così ha risposto Gian Marco Centinaio, Capogruppo della Lega al Senato, alla domanda di Serena Bortone, questa mattina ad Agorà, Rai tre.
Sempre stamane un altro attacco è arrivato dal Lussemburgo. Immediata la replica del leader del Carroccio Matteo Salvini, che su Facebook scrive: “Proseguono le invasioni di campo. Dopo francesi e tedeschi, oggi è il turno del ministro degli Esteri del Lussemburgo Jean Asselborn: ‘Spero che Mattarella non permetta al nuovo governo italiano di distruggere tutto il lavoro fatto negli ultimi anni in Europa’. Confermo: all’estero siano sereni, agli italiani ci pensiamo noi“.
Intanto sul fronte interno, il presidente della Repubblica stamattina ha incontrato il presidente della Camera, Roberto Fico, e la presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati. Né Fico né la Casellati al termine del breve incontro al Colle hanno rilasciato dichiarazioni.
Il capo dello Stato ha preso tempo, se il professor Conte dovesse essere confermato come presidente del Consiglio, l'”investitura” non dovrebbe arrivare prima di domani o dopodomani.

1 commento

Commenta