Roma, 13 lug – Il vicepremier Matteo Salvini è deciso a non cedere ai ricatti e vuole impedire il prossimo eventuale sbarco di clandestini sulle coste italiane.
“Un barcone con 450 CLANDESTINI a bordo è da questa mattina in acque di competenza di Malta che si è fatta carico di intervenire. A distanza di ore però nessuno si è mosso, e il barcone ha ripreso a navigare in direzione Italia”, ha scritto Salvini su Facebook.
Sappiano Malta, gli scafisti e i buonisti di tutta Italia e di tutto il mondo – scrive ancora il leader della Lega, anche su Twitter – che questo barcone in un porto italiano NON PUÒ e NON DEVE arrivare. Abbiamo già dato, ci siamo capiti?“.
Dello stesso avviso il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, che sempre su Twitter ha scritto: “Per la legge del mare è Malta che deve inviare proprie navi e aprire il porto. La nostra Guardia Costiera potrà agire, se serve, in supporto, ma Malta faccia subito il suo dovere”.
Nel frattempo la Farnesina ha inviato una nota verbale all’ambasciata di Malta a Roma: “L’Italia chiede a Malta di ottemperare con la massima urgenza alle proprie responsabilità sul caso dell’imbarcazione con 450 migranti a bordo, identificando il porto di sbarco sul territorio maltese, in quanto il coordinamento è in capo al RCC di Malta”. Al via un nuovo braccio di ferro tra Italia e Malta?
Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Quest’Europa è una camera a gas
    è un palazzo che brucia in città
    quest’Europa è una lama sottile
    è una scena al rallentatore
    quest’Europa è una bomba all’hotel
    quest’Europa è una finta sul ring
    è una fiamma che esplode nel cielo
    quest’Europa è un gelato al veleno ….

Commenta