Roma, 17 apr – I due vicepremier assicurano che l’Iva non aumenterà, come ha invece ricordato (giustamente) il ministro dell’Economia Giovanni Tria stamattina. Il fatto è che – al netto degli slogan da campagna elettorale – i rincari sono previsti dal Def salvo “misure alternative” che per ora non si vedono all’orizzonte. “Con questo governo non ci sarà nessun aumento dell’Iva, deve essere chiaro. Finché il M5S sarà al governo non ci sarà nessun aumento dell’Iva, al contrario“. Parola del capo poltico del M5S Luigi Di Maio, che sottolinea che “l’obiettivo è ridurre il carico fiscale su famiglie e imprese. Serve la volontà politica. Noi ce l’abbiamo. Mi auguro che l’abbiano anche gli altri. Fermo restando che ci sono già soluzioni sul tavolo volte ad evitare un aumento”. Anche il leader della Lega Matteo Salvini assicura che “l’Iva non aumenterà. Punto. Questo è l’impegno della Lega. Siamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle come hanno fatto gli altri governi”.

M5S: “Se Tria vuole aumento Iva passi al Pd”

“Se Tria vuole un aumento dell’Iva può passare al Pd. Per anni il Pd altro non ha fatto che alzare le tasse ai cittadini, mantenendo privilegi medievali come i vitalizi, che noi abbiamo tagliato, e molto altro. Quindi se Tria è così desideroso di aumentare l’Iva può scegliere un’altra collocazione. Con questa maggioranza non esiste”, affermano fonti dei 5 Stelle.

Berlusconi: “Aumento esatto contrario programma centrodestra”

“Il governo conferma l’aumento dell’Iva e delle accise. Questa decisione colpirà indiscriminatamente le famiglie e ridurrà ulteriormente i consumi. E’ l’esatto contrario di quanto ci avevano chiesto gli italiani alle elezioni di un anno fa votando il programma del centrodestra”. Lo scrive su twitter il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi.

Meloni: “Governo chiarisca prima delle Europee”

Il governo che dice di voler evitare l’aumento dell’Iva, dica come intende farlo prima del voto alle Europee“. Cosi’ la leader di FdI, Giorgia Meloni. “Noi crediamo – prosegue – che la ricetta debba essere uno choc fiscale, direi più Tav meno Tax, che faccia ripartire il Paese e la sua crescita”.

Zingaretti: “Italiani vogliono più lavoro ma governo aumenta Iva”

Gli Italiani hanno bisogno di lavoro, salari piu’ alti, infrastrutture piu’ moderne, piu’ investimenti sulla scuola e conoscenza. Invece oggi il governo gialloverde conferma che l’unica cosa che aumenterà e l’Iva. Costruiamo un’altra possibilità per salvare l’Italia dai bugiardi”. Lo scrive su twitter il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti. Se da un lato il governo offre inevitabilmente il fianco all’opposizione, è pur vero che – proclami a parte – difficilmente Lega e M5S interverranno concretamente prima del voto del 26 maggio.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

1 commento

  1. Basterebbe che lo stato riprendesse il controllo della moneta e della sua creazione e l’Italia non avrebbe alcun problema a ridurre di molto le tasse e l’IVA. I nostri politici lo sanno benissimo ma non hanno il coraggio di opporsi a forze occulte straniere molto importanti.
    Oggi il denaro viene creato a costo zero ed esentasse in via primaria dalla BCE che è privata essendo le banche nazionali(banca d’italia dal 1992) tutte private e in via secondaria dalle banche ,in Italia sempre dal 1992, tutte private.E’ noto che 1000 euro versati in banca permettono infatti la creazione dal nulla di quasi 10000 euro da prestare dato che la riserva obbligatoria è di circa il 10%(ne creano 9000).
    Oggi arricchiamo oligarchie private occulte che creano privatamente denaro che prestano agli stati e alla scadenza , essendo lo stato fatto indebitare negli anni appositamente, lo stato non è in grado di restituire se non svendendo agli stessi oligarchi beni reali come è avvenuto con le privatizzazioni e come avverrà in futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here