Il Primato Nazionale mensile in edicola

Modena, 3 mag – Il 25 aprile a Modena gli antifascisti hanno “festeggiato” imbrattando la città con scritte disgustose di ogni tipo: contro forze dell’ordine, Notre Dame, i martiri delle Foibe, Salvini, i “fasci”. Oggi, in attesa dell’arrivo del ministro dell’Interno, hanno pensato bene di manifestare prendendo a sassate le forze dell’ordine.

Il presidio del centro sociale Spazio Guernica si è subito caratterizzato per la bontà delle intenzioni dei partecipanti: slogan vergognosi, striscioni contro lo Stato e lancio di sassi contro gli agenti. La polizia ha risposto con una carica e ha fermato un contestatore. Mentre la tensione resta alta, gli antifascisti cercano di sfondare il muro delle forze dell’ordine pur di arrivare nella piazza dove parlerà il leader leghista.

Inutile specificare quali siano le loro nobili intenzioni. La scorsa notte sui muri di Ferrara sono comparse scritte come “Salvini muori” e “Salvini appeso”, sempre per far capire chi sono realmente i generatori di odio.

https://www.youtube.com/watch?v=k3FSgDn6yvY

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta