Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 23 giu – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini non ha intenzione di cedere ai ricatti e soprattutto è deciso a impedire lo sbarco di clandestini dalle navi illegali delle Ong, che finora hanno favorito arrivi continui sulle coste italiane.
Mentre una nave cargo, la Alexander Maersk, battente bandiera danese, con a bordo più di 110 migranti soccorsi nel Mediterraneo, è da ieri davanti al porto di Pozzallo, il leader della Lega ribadisce che non ha alcuna intenzione di accogliere questi clandestini che nel frattempo avrebbero ricevuto l’aiuto proprio degli operatori della nave fuorilegge Lifeline, che il governo italiano ha chiesto ieri di far attraccare a Malta. Chiara la provocazione nei confronti del governo italiano, che si ritrova praticamente ogni giorno a doversi scontrare con queste Ong.
“In questo momento le navi di due Ong (Open Arms, bandiera spagnola e Aquarius, bandiera di Gibilterra) sono nel Mediterraneo, in attesa di caricare immigrati – scrive Salvini su Facebook – le navi di altre tre Ong (Astral, bandiera Gran Bretagna, Sea Watch e Seefuchs, bandiere olandesi) sono ferme in porti Maltesi. Che strano”.
Il leader leghista ha poi tuonato senza mezzi termini: “La LIFELINE infine, nave fuorilegge con 239 immigrati a bordo, è in acque maltesi. Tutto questo per dirvi che il Ministro lo farò insieme a Voi, condividendo tutte le informazioni che sarà possibile condividere, e per ribadire che queste navi si possono scordare di raggiungere l’Italia: voglio stroncare gli affari di scafisti e mafiosi!”.
Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta