Roma, 9 nov – Mattia Santori ed Elly Schlein possono essere il nuovo dinamico duo del Pd. I due gemelli diversi del gol, gli astri nascenti della nuova politica futura del Nazareno. Insomma, c’è aria di capolavoro. E noi siamo pronti a goderci lo spettacolo.

Santori al congresso Pd tifa Schlein segretario

Tutto nasce dall’ultima perla del nostro, quello delle oche e dei cani, quello della “candidatura indipendente” alle elezioni comunali bolognesi, l’Alfa e l’Omega della politica delle mitologiche sardine. Ovvero Mattia Santori, che non fa mistero di guardare con simpatia l’ipotesi di Elly Schlein quale futuro segretario del Pd. L’intervista a Repubblica è piena di tocchi di classe che non possiamo permetterci di ignorare. A partire da quel ridicolo “mi sono iscritto formalmente…non al Pd, ma alla costituente Pd”. “Formalmente”, fa già ridere così. Quanto casino, caro Mattia, per non riuscire a riconoscere mezza volta che sia sempre stato una loro colonna (o schiavetto, a seconda dei punti di vista). Un atteggiamento a metà tra il comico e il tragico. Mi raccomando, continui pure a ripetere come un pappagallo che è un “non tesserato”. Mettendo le mani avanti, però, dopo 3 anni di nullità assoluta, dicendo che “solo alla fine deciderò se iscrivermi”. Sarà molto divertente vedere come proseguirà la sua “tempesta del dubbio” (non ce ne voglia il buon Giuseppe Mazzini, non ci permetteremmo mai di insultarla in questo modo, siamo ironici e stiamo solo prendendo in giro chi merita di essere preso di mira). Infine, l’endorsement – tanto per non tradirsi, camuffato – alla Schlein: “Credo sia importante si iscriva e ancora di più che dia un impulso a questo processo, perché lei è una persona capace di creare dei ponti con quello che c’è fuori. E di questo c’è bisogno”.

Forza ragazzi, fateci sognare

Mattia Santori è stato a lungo la speranza che ha rischiarato le nostre vite dalle nebbie della noia quotidiana. Una specie di Laura Boldrini in salsa giovanile, forse perfino più ridicolo e involontariamente comico dell’ex presidente della Camera. Dai palloni da basket agli stadi di frisbee fino alle oche, di strada ne ha fatta tanta, Mattia. Così come Elly sembra ben indirizzata. Insomma, diciamola tutta, questa nuova coppia piddina è un sogno ad occhi aperti. Si realizzasse, se non altro, avremmo di che spassarci con sommo gusto. Magari con davanti un po’ di patatine, una bella bibita e un sacro divano pantofolaio. Le nostre serate sarebbero indimenticabili. Per cui, bando alle ciance e ciancio alle bande, ragazzuoli: fateci sognare. Tifiamo ufficialmente Schlein segretario Pd e Santori il suo profeta.

Stelio Fergola

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta