Il Primato Nazionale mensile in edicola

Lampedusa, 15 set – “Qui a Lampedusa sbarcano continuamente immigrati, tutti i giorni. Ma il governo ci ha abbandonati, la nostra isola è stata cancellata dalla geografia politica italiana“. Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, è su tutte le furie: “Ho scritto al ministro dell’Interno Matteo Salvini per far presente la nostra situazione di continua emergenza sbarchi ma dal Viminale non è arrivata alcuna risposta“.
Proprio ieri, Salvini ha annunciato che i 184 immigrati sbarcati a Lampedusa con sette barchini, dopo esser stati “dirottati” nelle nostre acque dalle autorità maltesi, saranno presto rimpatriati. Intanto, questa notte sono stati trasferiti a Trapani. Il problema è che questi ultimi sbarchi hanno fatto notizia, ma a Lampedusa arrivano continuamente immigrati clandestini su piccole imbarcazioni e il sindaco Martello deve affrontare l’emergenza da solo. “Noi facciamo il possibile – spiega il primo cittadino dell’isola – ma siamo stati abbandonati dal governo centrale. Vorremmo poter avere un dialogo con Roma, invece siamo totalmente ignorati“.
Da quando con la linea dura dei porti chiusi a irregolari e Ong, non ci sono più navi “umanitarie” nel Mediterraneo, gli scafisti si sono organizzati con piccole imbarcazioni e Lampedusa è tornata ad essere la meta preferita per i trafficanti di esseri umani. “Noi questo lo sappiamo bene, purtroppo – ci dice Martello – così come lo sapete voi del Primato Nazionale, ma a quanto pare questo discorso al Viminale non l’hanno capito“.
Alla domanda su come dovrebbe intervenire il governo, il sindaco della più grande delle isole Pelagie ha risposto: “Tanto per cominciare, potrebbe rispondere ai nostri appelli. Noi qua tiriamo avanti da soli ma la situazione è insostenibile. Adesso la saluto che stiamo andando a fare la raccolta della plastica sulle spiagge”.
Adolfo Spezzaferro

6 Commenti

  1. ma non è lo stesso sindaco che metteva striscioni con scritto “porti aperti” contro le Politiche di Salvini? Mi pare sia stato accontentato….
    Oppure anche lui vuole una perenne e senza fine ridistribuzuone?

  2. Lampedusa, terra di accoglienza… quante volte sono apparsi in tv a farci la lezioncina: le cerimonie coi fiori, la fila a portare i vestitini ai bambini stranieri davanti alle telecamere, le roboanti dichiarazioni… era quello che volevano, no? Eccoli accontentati

Commenta