Il Primato Nazionale mensile in edicola

Catanzaro, 13 nov – Spacciavano droga ma percepivano il reddito di cittadinanza: arrestati 19 rom, di cui tre minorenni. E’ il risultato di un’operazione antidroga del Comando provinciale di Catanzaro della Guardia di finanza, che in collaborazione con altri reparti calabresi delle Fiamme gialle, stanno eseguendo 19 ordinanze di custodia cautelare, emesse, per le rispettive competenze, dai gip di Lamezia Terme e dei minorenni di Catanzaro, a carico di altrettante persone di etnia rom, tre delle quali minorenni.

Lo spaccio nel quartiere “Ciampa di cavallo” di Lamezia Terme

Otto delle persone coinvolte nell’operazione, secondo quanto è emerso dalle indagini, percepivano il reddito di cittadinanza. L’attività di spaccio di droga aveva luogo nel quartiere “Ciampa di cavallo” di Lamezia Terme. I reati contestati sono traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Purtroppo non è la prima volta che presunti destinatari del Reddito di cittadinanza si rivelano delinquenti, come nel recente caso di una donna a Roma, che spacciava cocaina. I controlli su chi ha realmente diritto al sussidio evidentemente sono stati solo annunciati e mai fatti.

Ludovica Colli

3 Commenti

  1. […] Purtroppo non è la prima volta che presunti destinatari del Reddito di Cittadinanza si impegnano anche in attività delinquenziali, come nel recente caso di una donna a Roma, che spacciava cocaina. I controlli su chi ha realmente diritto al sussidio evidentemente sono stati soltanto annunciati, ma mai eseguiti. Almeno per il momento. (Il Primato Nazionale) […]

Commenta