Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 mag – Si chiude subito la vicenda del viceministro leghista Edoardo Rixi, condannato nel processo per le “Spese pazze” alla Regione Liguria. Alla notizia della sentenza i 5 Stelle hanno chiesto in coro le dimissioni e il sottosegretario non ha perso tempo: “Ho già consegnato a Salvini le mie dimissioni, per non creare problemi al governo“. Dal canto suo, il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini risponde: “Le ho nelle mani da tempo e le accetto unicamente per tutelare lui e l’attività del governo da attacchi e polemiche senza senso“. Poi, come risarcimento, Salvini promette: “Oggi stesso nomino Edoardo Rixi responsabile nazionale trasporti e infrastrutture della Lega, riconoscendogli capacità e onesta assolute”. Infine il ministro dell’Iterno si scaglia contro le sentenze ad orologeria: “Io rispetto le sentenze e conto su una assoluzione a fine processo, ma trovo incredibile che ci siano spacciatori a piede libero, e sindaci, amministratori e parlamentari accusati o condannati senza uno straccio di prova“.

Toninelli: “Grazie Rixi per lavoro svolto. Mit falcidiato”

“Grazie a Rixi per il lavoro svolto. Il Contratto di governo, ancora una volta, si dimostra lo strumento migliore per garantire il cambiamento. Malgrado il mio ministero sia stato falcidiato, andiamo avanti a sbloccare opere e procedure per usare al meglio i soldi dei cittadini”. Lo scrive su Twitter il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, il pentastellato Danilo Toninelli.

Adolfo Spezzaferro

 

Commenta